Acalypha wilkesiana ’Obovata’

Famiglia : Euphorbiaceae

Testo © Pietro Puccio

JPEG - 125.9 Kb
Sempreverde a foglie colorate, forma nei giardini tropicali e subtropicali cespugli alti 3 m © Giuseppe Mazza

L’ Acalypha wilkesiana Muell. Arg. (1866) ’Obovata’ è originaria delle isole del Sud Pacifico (Arcipelago di Bismarck, Isole Salomone, Fiji, Vanuatu).

Il nome generico deriva dal greco “akalyphé” = ortica, dato da Linneo per la somiglianza delle foglie di alcune specie del genere a quelle dell’ortica ( Urtica dioica ); il nome specifico è dedicato a Charles Wilkes (1798-1877), comandante della spedizione esplorativa degli USA nel Sud Pacifico tra il 1838 ed il 1842.

Nomi comuni: “beefsteakplant”, “copperleaf”, “fire-dragon”, “jacob’s coat”, “catch me if you can” (inglese); “buntlaubiges kupferblatt”, “stecklinge kupfer- blatt” (tedesco); “acalyphe”, "foulard", "dragon de feu", "feuillage rouge" (francese); “acalifa” (spagnolo); “crista-de-peru”, “acalifa”, “rabo-de-macaco”, “acalifa-vermelha” (portoghese).

E’ un arbusto sempreverde di rapida crescita che può raggiungere i 3 m di altezza. Le foglie obovate lunghe fino a circa 15 cm, dai bordi seghettati, sono variamente colorate in verde e bronzo con margine bordato di rosa.

Le infiorescenze, all’ascella delle foglie, sono pendule, lunghe 15-20 cm, con piccoli fiori di colore rosso, molto meno appariscenti di quelle di altre specie dello stesso genere, come Acalypha hispida e Acalypha chamaedrifolia , e spesso nascoste dalle grandi foglie.

Varietà di grande valore ornamentale per il fogliame vistosamente colorato, ampiamente coltivata nei paesi tropicali e subtropicali, in pieno sole, per una colorazione più intensa, ed al riparo da forti venti; altrove va coltivata in vaso per essere riparata in inverno, non sopportando temperature già di qualche grado sopra lo zero. Si moltiplica solitamente e facilmente per talea.

Sinonimi: Acalypha amentacea subsp. wilkesiana (Müll.Arg.) Fosberg (1980); Ricinocarpus wilkesianus (Müll.Arg.) Kuntze (1891); Acalypha circinata A.Gray ex Seem. (1862); Acalypha tricolor Seem. (1867); Acalypha musaica auct. (1877); Acalypha macafeeana Veitch (1878); Acalypha triumphans L.Linden & Rodigas (1888); Acalypha hamiltoniana Briant (1893); Acalypha godseffiana Mast. (1898); Acalypha illustris Pax & K.Hoffm. in H.G.A.Engler (1924); Acalypha torta Pax & K.Hoffm. in H.G.A.Engler, (1924); Acalypha compacta Guilf. ex C.T.White (1933).

 

→ Per apprezzare la biodiversità all’interno della famiglia delle EUPHORBIACEAE cliccare qui.

 

Archivio fotografico di Giuseppe Mazza

_A-354-1_Acalypha_wilkesiana_Obovata
Photomazza : 70.000 colour pictures of animals and plants