Acreichthys tomentosus

Famiglia : Monacanthidae

 

GIF - 5.6 Kb

 

Testo © Giuseppe Mazza

 

 

JPEG - 49.8 Kb
Un Acreichthys tomentosus in atteggiamento terrifico © Giuseppe Mazza

L’ ( Acreichthys tomentosus - Linnaeus, 1758 ) appartiene alla classe degli Actinopterygii, i pesci con le pinne raggiate, al multiforme e variopinto ordine dei Tetraodontiformes ed alla famiglia dei Monacanthidae, i così detti “pesci lima” per la scabrosità della pelle, ricoperta, come nei Balistidae, da placchette ossee, che in questa famiglia si presentano minute e spaziate con una o più spinule.

Il nome del genere “acreichthys” viene dal greco “akros” = alto, estremo, estremità, cima e da “ichthys” = pesce, con riferimento alla prima imponente pinna dorsale.

Il nome della specie “tomentosus” viene dal latino “tomentum” = imbottitura, e quindi lana. Si tratta dunque di un pesce lanoso con riferimento alle pelosità presenti.

Zoogeografia

E’ presente nelle acque tropicali dell’Oceano Indiano orientale e del Pacifico occidentale. A titolo indicativo lo troviamo nell’Est Africa, in India, Sri Lanka, Tailandia, Australia, Indonesia, Nuova Guinea, Micronesia, Filippine, Taiwan ed in Cina fino alle isole Ryūkyū nella parte meridionale del Giappone. Verso est raggiunge le isole Figi, a sud Tonga.

Ecologia-Habitat

Vive a piccole profondità, fino a un massimo di 15 m, nelle lagune coralline ricche di sabbia, alghe e piante acquatiche come le posidonie. Le larve si sviluppano spesso nelle formazioni di mangrovie.

Morfofisiologia

E’ un pesciolino timido ma curioso che non supera i 12 cm.

Il corpo è piatto ricoperto dalle minuscole spinosità dei pesci lima, cui si aggiungono dei piccoli peli. Ma soprattutto non si può far a meno di notare, sopra agli occhi, la grande spina erettile che l’animale spiana col sottogola in atteggiamento terrifico per difendersi e sembrar più grande.

JPEG - 49.6 Kb
Pochi istanti dopo in tenuta mimetica. Il colore si adatta anche all’ambiente © Giuseppe Mazza

La seconda pinna dorsale, trasparente con raggi molli, ne conta 27-30, mentre l’anale, quasi identica, ne ha 26-29. Le pettorali recano 10-13 raggi inermi e la caudale è più o meno tronca.

La livrea è estremamente mutevole secondo l’umore e l’ambiente. Nella maggior parte dei casi il pesce è verde per confondersi con le piante in cui vive, ma può essere giallo, come l’esemplare qui raffigurato, grigio, bianco, marrone o rosso scuro. In più, come mostrano queste foto, può ravvivare in pochi secondi un disegno mimetico maculato.

C’è un piccolo dimorfismo sessuale. La femmina si distingue per infimi dettagli come la pelosità presente sul peduncolo caudale, pungente nei maschi e meno rigida ma più fitta nelle femmine.

Etologia-Biologia Riproduttiva

L’ Acreichthys tomentosus si nutre di tutto quello che riesce a trovare negli anfratti dei coralli e le praterie sommerse. Data la taglia modesta si accon- tenta di poco: copepodi, anfipodi, isopodi, piccoli gasteropodi e bivalvi, anellini, spugne, tunicati, uova di pesci e molluschi, foraminiferi ed alghe.

E’ evidente che con tali premesse è facile alimentarlo in acquario, dove, con mille attenzioni, si è riusciti persino a riprodurlo.

La femmina sorveglia e ventila con le pinne le uova fecondate fino alla schiusa. Il difficile sta poi nell’alimentazione delle larve con naupli di Brachionus, copepodi e fitoplancton condensato. A tre settimane di vita assomigliano già in piccolo agli adulti.

In natura le popolazioni dell’ Acreichthys tomentosus possono raddoppiare in 15 mesi. Grazie alla loro dieta variata, che li mette al sicuro dai mutamenti climatici, ed al fatto che non vengono praticamente pescati, l’indice di vulnerabilità della specie è fra i più bassi: appena 16 su una scala di 100.

Sinonimi

Balistes tomentosus - Linnaeus, 1758; Monacanthus tomentosus - Linnaeus, 1758; Parvagor tomentosus - Linnaeus, 1758; Stephanolepis tomentosus - Linnaeus, 1758.

 

→ Per nozioni generali sui pesci vedere qui.

→ Per apprezzare la biodiversità degli Osteichthyes, i PESCI OSSEI, e trovare altre specie, cliccare qui.

 

Archivio fotografico di Giuseppe Mazza

_A-118-1_Acreichthys_tomentosus
_A-118-12_Acreichthys_tomentosus
_A-118-14_Acreichthys_tomentosus
_A-118-19_Acreichthys_tomentosus
_A-118-2_Acreichthys_tomentosus
_A-118-21_Acreichthys_tomentosus
_A-118-22_Acreichthys_tomentosus
Photomazza : 70.000 colour pictures of animals and plants