Adonidia merrillii

Famiglia : Arecaceae

Testo © Pietro Puccio

JPEG - 223.5 Kb
Coi suoi fiammeggianti frutti ed il fogliame compatto ed elegante, l’Adonidia merrillii delle Filippine prende il nome dal mitologico Adone, noto per la sua bellezza © Giuseppe Mazza

L’ Adonidia merrillii (Becc.) Becc. (1919) è originaria delle Filippine (in particolare l’isola di Palawan), dove cresce nelle foreste umide a basse altitudini.

Il nome generico deriva dal latino “Adonis, nidis” = Adone, noto in varie mitologie per la sua bellezza; la specie fu dedicata al botanico statunitense Elmer D. Merrill (1876-1956), studioso della flora delle Filippine.

JPEG - 168.7 Kb
I frutti, qui con un Anolis verde in basso, maturano verso Natale, donde il nome volgare di Palma di Natale © Giuseppe Mazza

È comunemente nota come: “palma di Manila” (italiano); “christmas palm”, “kerpis palm”, “Manila palm” (inglese), “Weihnachtspalme”, “Manila- palme” (tedesco); “palma de Manila”, “chaguaramo enano”, “palma de navidad” (spagnolo); “palmier de Noël”, “palmier nain royal”, “palmier des Philippines” (francese).

Specie a fusto singolo, grigiastro, alto fino a 10 m con un diametro di 15 cm, allargato alla base, su cui sono appena visibili gli anelli lasciati dalle basi fogliari cadute.

Le foglie sono pennate, fortemente arcuate, di circa 1,5 m di lunghezza su un corto picciolo, con la base fogliare che fascia il tronco per una lunghezza di 40-60 cm.

Le pinnule sono di colore verde intenso semilucido, lunghe 60 cm nella parte mediana e larghe fino a 5 cm, tagliate obliquamente e dentellate all’apice, inserite sul rachide a formare una V.

L’infiorescenza, corta e ramificata si sviluppa sotto le foglie e porta fiori di entrambi i sessi.

I frutti ovoidi sono lunghi 3 cm circa, molto appariscenti, di colore rosso vivo e maturano in inverno (da cui uno dei nomi comuni più diffusi di "Palma di Natale" ).

L’ Adonidia merrillii si riproduce facilmente per seme che germina in circa due mesi.

Questa palma è ormai coltivata in tutti i paesi tropicali e subtropicali per l’eleganza e compattezza del fogliame, i frutti particolarmente decorativi e la velocità di crescita. Le dimensioni contenute la rendono inoltre ideale per piccoli giardini dei tropici.

E’ piuttosto sensibile al freddo, temperature di qualche grado sopra 0 °C, anche per breve periodo, sono generalmente letali. L’ Adonidia merrillii viene anche coltivata in vaso per la decorazione degli interni.

Sinonimi: Normanbya merrillii Becc. (1909); Veitchia merrillii (Becc.) H.E.Moore (1957).

 

→ Per apprezzare la biodiversità all’interno della famiglia delle ARECACEAE e trovare altre specie, cliccare qui.

 

Archivio fotografico di Giuseppe Mazza

_V-73-16_Adonidia_merrillii
_V-73-8_Adonidia_merrillii
_V-73-2_Adonidia_merrillii
_V-73-6_Adonidia_merrillii
_V-73-17_Adonidia_merrillii
_V-73-24_Adonidia_merrillii
_V-73-29_Adonidia_merrillii
Photomazza : 70.000 colour pictures of animals and plants