Alstonia pneumatophora

Famiglia : Apocynaceae

Testo © Pietro Puccio

JPEG - 223.2 Kb
L’Alstonia pneumatophora raggiunge i 60 m d’altezza con un diametro di 2 m © Giuseppe Mazza

La specie è originaria del Borneo, Malaysia, Sulawesi e Sumatra dove cresce preva- lentemente nelle foreste pluviali in aree paludose, dal livello del mare fino a 1000 m di altitudine.

Il genere è dedicato al botanico scozzese Charles Alston (1683-1760); il nome specifico è la combinazione del sostantivo greco “pneuma, -atos” = soffio, e del verbo “phero” = portare con riferimento alle radici respiratorie (pneuma- tofori).

Nomi comuni: pulai, pulai rawa (indonesiano).

L’ Alstonia pneumatophora Baker ex Den Berger (1926) è un albero sempreverde con corteccia liscia di colore bianco grigiastro e linfa lattiginosa, alto 50-60 m ed oltre con un diametro che può superare 2 m, l’esemplare più alto di cui si ha notizia (2012) misura 85 m; in zone paludose o periodicamente sommerse produce radici pneumatofore (radici che emergono dall’acqua o dal fango che consentono l’afflusso di ossigeno agli organi sommersi).

Le foglie sono semplici, sessili o subsessili, coriacee, da obovate a spatolate con apice arrotondato, lunghe 7-12 cm e larghe 3-5 cm, disposte in verticilli di 5-6, di colore verde intenso. Infiorescenze terminali cimose portanti numerosi fiori con corolla imbutiforme a 5 lobi, di circa 0,7 cm di diametro, di colore bianco giallastro, profumati.

I frutti sono follicoli deiscenti prodotti in coppia, lunghi 24-30 cm, contenenti molti semi oblunghi di colore bruno nerastro, di circa 0,5 cm di lunghezza e 0,2 cm di diametro, provvisti di peli sericei che ne favoriscono la dispersione tramite il vento. Si riproduce per seme, che deve essere fresco, avendo una durata di germinabilità piuttosto limitata, in terriccio organico sabbioso mantenuto umido, alla temperatura di 22-24 °C, con tempi di germinazione da 2 a 12 settimane, e per talea. Specie di veloce crescita che in natura cresce in zone a clima tropicale umido, preferibilmente ai margini di zone paludose periodicamente inondate, ma che si adatta bene anche a terreni asciutti di varia natura, da adulta riesce infatti a sopportare periodi di secco. La linfa contiene alcaloidi indolici che potrebbero avere interessanti applicazioni in medicina. Il legno, noto commercialmente col nome comune “pulai”, di colore chiaro, viene utilizzato per lavori di intaglio, oggetti di arredamento, casse e per compensati.

Sinonimi: Alstonia pneumatophora var. petiolata Monach. (1949).

 

→ Per apprezzare la biodiversità all’interno della famiglia delle APOCYNACEAE cliccare qui.

 

Archivio fotografico di Giuseppe Mazza

_A-294-1_Alstonia_pneumatophora
Photomazza : 70.000 colour pictures of animals and plants