Ananas bracteatus

Famiglia : Bromeliaceae

Testo © Pietro Puccio

JPEG - 88.2 Kb
Un ananas decorativo apprezzato, anche in casa, nonostante le spine © Giuseppe Mazza

L’ Ananas bracteatus (Lindl.) Schult. & Schult.f. (1830) è originario dell’Argentina, Bolivia, Brasile, Ecuador e Paraguay dove cresce nelle foreste tropicali decidue o semidecidue fino a 500 m di altitudine. Il nome generico deriva da “nanas”, che in lingua guaranì significa fiore, profumo; il termine specifico latino “bracteatus” = coperto di foglie sottili, fa riferimento alle vistose brattee della infiorescenza.

Nomi comuni: “red pineapple”, “wild pineapple” (inglese); “ananas requin”, “ananas marron”, “ananas sauvage” (francese); “abacaxi-ornamental”, “abacaxi-vermelho”, “ananás-ornamental”, “ananás-vermelho”, “gravatá-de-cerca”, “gravatá-de-rede” (portoghese); “ananas rosso” (italiano); “ananas bravo”, “ananas de cerca”, “ananas do mato”, “piña de playon” (spagnolo); “rote ananas”, “zierananas” (tedesco).

Erbacea perenne, terrestre, sempreverde, monocarpica (fruttifica una sola volta e poi muore), alta circa 1 m, costituita da una rosetta di foglie nastriformi, coriacee, di colore verde scuro lunghe fino a 1,5 m e larghe circa 4 cm dai bordi muniti di spine taglienti ricurve. Al centro della rosetta si sviluppa lo scapo floreale, robusto e dritto, lungo fino a circa 50 cm, che termina con una infiorescenza costituita da brattee vistose, imbricate, dai margini seghettati, di colore rosa o rosso brillante che circondano i fiori dai petali di colore blu vivo e con in cima una densa rosetta di foglie. Il frutto è un frutto composto (sincarpo) di colore rosso, formato dalla fusione degli ovari maturi con la base dei sepali e delle brattee e con la corteccia dell’asse floreale i cui tessuti, ingrossando, diventano carnosi e succosi; è edule, ma più piccolo, pieno di semi e meno succoso di quello dell’ Ananas comosus .

Esistono diverse varietà, con foglie striate di bianco crema, la più ricercata è l’ Ananas bracteatus ‘Tricolor’ le cui lunghe foglie sono percorse da bande longitudinali verdi, gialle e rosse La specie accestisce velocemente e si riproduce facilmente per via vegetativa tramite le nuove piante che nascono da gemme ascellari tra le foglie e sullo stelo sotto il frutto, ed il “ciuffo“ di foglie sopra il frutto.

Specie molto decorativa ed apprezzata, malgrado le spine, sia per le foglie, in particolare quelle della varietà variegate, che per le vistose infiorescenze ed i frutti di lunga durata, utilizzata nei giardini tropicali e subtropicali isolata o per formare aiuole, bordure, ed anche come barriera difensiva, in pieno sole per una colorazione più intensa delle foglie e dei frutti.

In vaso è utilizzata per la decorazioni degli interni in ambienti luminosi e spaziosi, date le dimensioni della pianta, anche se si tende a selezionare per questo scopo varietà di dimensioni più ridotte; le innaffiature devono essere regolari in estate, ma lasciando asciugare lo strato superficiale del terriccio, sabbioso per favorire il drenaggio e leggermente acido, prima di ridare acqua, e diradate in inverno.

La pianta richiede temperature elevate, a partire da 18°C, per un’ottima crescita, anche se resiste a temperature inferiori di alcuni gradi se mantenuta all’asciutto.

La specie ha anche altri impieghi oltre quello ornamentale, ad esempio nei luoghi di origine dalle foglie vengono ricavate fibre particolarmente resistenti per corde e tessuti; il frutto, ed ancor più il gambo, contengono bromelina, un enzima proteolitico che purificato viene utilizzato sia in farmacologia, principalmente come antiinfiammatorio e antiedematoso, che nell’industria alimentare per chiarificare la birra, nella carne in scatola, per renderla più tenera, e nei cereali precotti.

Per altre notizie sulla riproduzione tramite la rosetta di foglie sul frutto vedere → Ananas comosus.

Sinonimi: Ananassa bracteata Lindl. (1837); Ananassa sagenaria D.Dietr. (1840); Ananas sativus var. bracteatus (Lindl.) Mez (1892); Ananas bracteatus var. macrodontes Bertoni (1919); Ananas bracteatus var. rudis Bertoni (1919); Ananas bracteatus subvar. tricolor Bertoni (1919); Ananas bracteatus var. typicus L.B.Sm. (1939); Ananas bracteatus var. tricolor (Bertoni) L.B.Sm. (1939); Ananas comosus var. rudis (Bertoni) Camargo (1942); Ananas comosus var. tricolor (Bertoni) Camargo (1942); Ananas bracteatus var. striatus M.B.Foster (1959); Ananas genesio-linsii Reitz (1968); Ananas comosus var. bracteatus (Lindl.) Coppens & F.Leal 2002).

 

→ Per apprezzare la biodiversità all’interno della famiglia delle BROMELIACEAE trovando altre specie, cliccare qui.

 

Archivio fotografico di Giuseppe Mazza

_A-305-3_Ananas_bracteatus
_A-305-1_Ananas_bracteatus
Ananas bracteatus (Lindl.) Schult. & Schult.f. (1830)
Photomazza : 70.000 colour pictures of animals and plants