Aphelandra aurantiaca

Famiglia : Acanthaceae

Testo © Pietro Puccio

JPEG - 116.9 Kb
Nativa dell’America tropicale, suffruticosa o arbustiva, l’Aphelandra aurantiaca può raggiungere i 120 cm d’altezza. Le fiammeggianti infiorescenze di 20 cm, con fiori rosso arancio di 5 cm, durano anche 50 giorni © Giuseppe Mazza

L’ Aphelandra aurantiaca Lindl. (1845) è originaria del Messico, Belize, Costa Rica, Guatemala, Honduras, Panama, Guyana, Suriname, Bolivia, Colombia, Ecuador, Perù e Brasile dove cresce ai margini delle foreste, dei sentieri o lungo i corsi d’acqua.

Il nome generico è la combinazione dei termini greci “aphelés” = semplice e “andros” = uomo con riferimento alle antere costituite da una sola loggia; il termine specifico latino “aurantiaca” = di colore arancio, fa riferimento al colore della infiorescenza. Nomi comuni: “afelandra” (italiano); “fiery spike”, “orange scarlet aphelandra” (inglese); “aphélandre”, “épi ardent” (francese); “”glanzkölbchen” (tedesco); “espiga ardiente”, “lirio de campo” (spagnolo).

Specie suffruticosa (ossia erbacea parzialmente lignificata) o arbustiva, sempreverde, alta fino ad 1-1.2 m, presenta foglie ovate o ellittiche di colore verde intenso con venature argentee, lunghe 10-22 cm e larghe 5-10 cm. Le infiorescenze sono spighe terminali di lunga durata (40-50 giorni) di 20 cm circa di lunghezza con vistosi fiori rosso arancio lunghi 5 cm con il petalo inferiore trilobato. Il frutto è una capsula lunga circa 15 mm contenente fino a quattro semi pubescenti. Si riproduce per seme e per talea. Specie coltivabile nei climi tropicali e subtropicali in suoli ben drenati, ma mantenuti umidi, ricchi di sostanza organica, subacidi o neutri, in pieno sole o leggera ombra. Altrove possono essere coltivate in vaso, per essere riparate nei periodi più freddi o essere utilizzate per la decorazione degli interni.

Sinonimi: Hemisandra aurantiaca Scheidw. (1842); Aphelandra aurantiaca var. roezlii Van Houtte (1868); Aphelandra acutifolia Tafalla ex Nees (1847); Aphelandra repanda Nees (1847); Aphelandra nitens Hook. (1868); Aphelandra roezlei Carrière (1872); Aphelandra paraensis Lindau; Aphelandra aurantiaca var. stenophylla Standl. (1929); Aphelandra lonchochlamys Leonard (1953).

 

→ Per apprezzare la biodiversità all’interno della famiglia delle ACANTHACEAE e trovare altre specie cliccare qui.

 

Archivio fotografico di Giuseppe Mazza

/a-135-2_aphelandra_aurantiaca
Photomazza : 70.000 colour pictures of animals and plants