Austrosteenisia blackii

Famiglia : Leguminosae

Testo © Pietro Puccio

JPEG - 211.2 Kb
L’Austrosteenisia blackii è un rampicante australiano di 20 m con fusti di 35 cm © Giuseppe Mazza

La specie è originaria dell’Australia, dove cresce ai margini delle foreste pluviali lungo le coste del Queensland nord orientale e del Nuovo Galles del Sud, fino ad 800 m di altitudine.

Il nome del genere è la combinazione del termine greco “auster” = meridione, sud, e del nome del genere Steenisia per la somiglianza che si riscontra tra alcune specie dei due generi; la specie è dedicata al botanico scozzese Allan Black (1832-1865), curatore dell’Her- barium Hookerianum.

Nomi comuni: Black’s bloodvine, blood vine (inglese).

L’ Austrosteenisia blackii (F. Muell.) Geesink (1984) è un vigoroso rampicante legnoso perenne, semideciduo, che può raggiungere una lunghezza di circa 20 m con un diametro del fusto fino a 35 cm, i rami giovani e le foglie sono inizialmente ricoperti da una peluria color ruggine; dal fusto, quando viene intaccato, fuoriesce una linfa rosso scura, da cui il nome comune.

Le foglie sono imparipennate, lunghe 10-18 cm, con 7-9 foglioline da obovate a ellittiche, di colore verde scuro, glabre superiormente, pubescenti inferiormente, lun- ghe 4-7 cm e larghe 2-4 cm.

Le infiorescenze sono costituite da pannocchie pendule molto ramificate portanti una moltitudine di fiori, in coppia su uno stesso peduncolo, lunghi 7-9 mm, di colore da rosso scuro a quasi nerastro. I frutti sono baccelli piatti, gialli e cartacei, lunghi 5-12 cm e larghi 1,5-2,5 cm contenenti fino ad 8 semi reniformi di circa 6 mm di lunghezza e 3-4 mm di larghezza.

Si riproduce per seme, che deve essere preven- tivamente scarificato per intaccare il tegumento duro ed impermeabile e favorirne la germinazione, utilizzando un terriccio sabbioso ricco di humus alla temperatura di 20-24 °C.

Nonostante le sue potenzialità, per il fogliame molto ornamentale e la fioritura particolarmente appariscente, questo rampicante è pressoché sconosciuto al di fuori delle zone di origine.

Richiede clima tropicale, subtropicale e temperato caldo, potendo sopportare qualche grado sotto 0 °C per breve periodo. Richiede elevata luminosità, anche pieno sole, e abbondanti innaffiature, anche se può sopportare periodi di secco; può essere utilizzato come copri suolo, rampicante su alberi o su robuste pergole.

Sinonimi: Millettia blackii F. Muell. (1861); Lonchocarpus blackii (F. Muell.) Benth. (1864); Kunstleria blackii (F.Muell.) Polhill (1971).

 

→ Per apprezzare la biodiversità all’interno della famiglia delle LEGUMINOSAE cliccare qui.

 

Archivio fotografico di Giuseppe Mazza

_A-280-2_Austrosteenisia_blackii
Photomazza : 70.000 colour pictures of animals and plants