Bauhinia bassacensis

Famiglia : Leguminosae

Testo © Pietro Puccio

JPEG - 157.5 Kb
La Bauhinia bassacensis è un rampicante tropicale che supera i 10 m © Giuseppe Mazza

La specie è originaria del Sudest Asiatico (Cambogia, Laos, Malaysia, Malaysia Peninsulare, Thailandia e Vietnam), dove vive nelle foreste sempreverdi o semidecidue, preferibilmente lungo le coste e le rive dei fiumi, fino a circa 900 m di altitudine.

Il genere è dedicato ai fratelli Jean (1541–1613) e Gaspard (1560–1624) Bauhin, botanici svizzeri, per le foglie bilobate; il nome specifico fa riferimento al fiume Bassac (Song Hau o Hau Giang in vietnamita) del delta del fiume Mekong.

La Bauhinia bassacensis Pierre ex Gagnep. (1912) è una specie rampicante semilegnosa sempreverde, lunga fino ad oltre 10 m, che si ancora ai supporti tramite cirri. Le foglie, su un picciolo lungo 3-7 cm, sono alterne, bilobate, lunghe 7-12 cm e larghe 8-10 cm. Infiorescenze corimbose ascellari o terminali, lunghe 7-13 cm e larghe 6-15 cm, portanti fiori a 5 petali unguicolati (petali con la base lungamente ristretta simile ad uno stelo), lunghi fino a circa 3 cm, con lembo ellittico, lungo 1 cm e largo circa 0,8 cm, dal margine ondulato, di colore giallo pallido a volte con macchie violacee. I frutti sono legumi legnosi piatti, deiscenti (che si aprono spontaneamente a maturità), lunghi circa 10 cm, contenenti 3-5 semi di 1 cm di diametro. Si riproduce per seme che conviene scarificare e mantenere in acqua per 24 ore, per accelerarne la germinazione, prima della messa a dimora in terriccio sabbioso mantenuto umido alla temperatura di 22–24°C.

Specie a crescita veloce poco nota al di fuori delle zone di origine, può essere coltivata esclusivamente nelle zone a clima tropicale e subtropicale, in pieno sole o leggera ombreggiatura, con temperature minime preferibilmente superiori a 14 °C, anche se può sopportare da adulta, per brevissimo periodo, temperature inferiori di alcuni gradi. Non è particolarmente esigente in fatto di suolo, anche povero, purché ben drenante, ma con preferenza per quelli da leggermente acidi a neutri. Sopporta le potature e può essere fatta arrampicare su altra vegetazione, barriere, recinzioni e pergole.

Parti della pianta sono utilizzati nella medicina tradizionale.

Sinonimi: Bauhinia sanitwongsei W. G. Craib (1924); Bauhinia detergens W. G. Craib (1927); Phanera bassacensis (Gagnep.) de Wit (1956); Phanera sulphurea (C.E.C. Fisch.) Thoth. (1967).

 

→ Per apprezzare la biodiversità all’interno della famiglia delle LEGUMINOSAE cliccare qui.

 

Archivio fotografico di Giuseppe Mazza

/bauhinia_bassacensis
Photomazza : 70.000 colour pictures of animals and plants