Bodianus mesothorax

Famiglia : Labridae

 

GIF - 5.6 Kb

 

Testo © Giuseppe Mazza

   

JPEG - 93.8 Kb
Il Bodianus mesothorax ha una distribuzione molto vasta nelle acque tropicali dell’Indo-Pacifico © Giuseppe Mazza

Il sorprendente Pesce porco dalla fascia nera ( Bodianus mesothorax - Bloch & Schneider, 1801 ), appartiene alla classe degli Actinopterygii, i pesci con le pinne raggiate, al vasto ordine dei Perciformes ed alla famiglia dei Labridae.

Il nome del genere viene dal portoghese “bodiano, pudiano” = pudore, visto che la parte anteriore del corpo “arrossisce” per la colorazione vinosa.

Il nome della specie viene dal greco “mesos” = metà, e “thorax”, corazza, torace, con riferimento alla banda nera obliqua che divide in due gli adulti, come ben sottolinea il nome inglese di Splitlevel hogfish.

Sempre in inglese si parla di Black-belt hogfish, Coral hogfish, Eclipse hogfish, Eclipse pigfish e di Yellow-spotted hogfish; in francese di Labre mesotho- rax, Cossyphe amiral o Tabarin, in olan- dese Scout by nagt (contrammiraglio) ed in di giapponese Sumitsukibera o Kesaga- kebera.

Quello che è certo è che questo disegno spezzato disorienta i predatori ed ha un chiaro valore mimetico.

Zoogeografia

Il Bodianus mesothorax ha una distribuzione molto vasta nelle acque tropicali dell’Indo-Pacifico. A titolo indicativo, andando verso Est dalle Isole Andaman e l’Isola di Natale, lo troviamo in Birmania, Tailandia, Malesia, Indonesia, Viet Nam, Filippine, Hong Kong, Taiwan, Isole Ryukyu e Ogasawara fino alla parte meridionale del Giappone. Verso Sud-Est è presente alle isole Palau, in Papua Nuova Guinea, Australia, Isole Salomone, Nuova Caledonia e Figi fino all’arcipelago delle Tonga.

Ecologia-Habitat

JPEG - 46.5 Kb
Misura 15-20 cm con un’insolita livrea mimetica che spezza diagonalmente il corpo © Giuseppe Mazza

Vive nelle formazioni madreporiche in genere nei primi 20 m di profondità, spesso lungo i ripidi pendii dei reef, dove scende talora anche fin verso i 40 m.

Morfofisiologia

Misura 15-20 cm ma può eccezional- mente raggiungere i 25 cm. Il corpo, compresso sui lati, mostra un capo appuntito che gli permette di afferrare le prede fra i coralli coi suoi 4 canini per mascella.

La pinna dorsale, bassa nella parte anteriore spinosa e poi tondeggiante, reca 12 raggi spinosi e 9-10 molli; l’anale, trapezioidale, è un po’ più alta con 3 raggi spinosi e 11-12 molli; le pinne ventrali hanno 1 raggio spinoso e 5 inermi; le pettorali contano 15-16 raggi molli e la caudale, con 13 raggi, è troncata.

La livrea, spezzata obliquamente in due parti da una larga banda nera che scende da metà della pinna dorsale in direzione dell’opercolo, colpisce per l’enorme contrasto di luce e colori.

La zona anteriore, più o meno scura, mostra un capo bruno rosato con macchie scure ed una vistosa macchia nera tondeggiante alla base delle pettorali. L’occhio è rosso arancio ed una striscia nera simula una bocca più grande prolungando visivamente le mascelle. E’ seguita sull’opercolo da bande analoghe parallele, decisamente più sbiadite.

La zona posteriore e la parte ventrale sono a prima vista bianche ma si nota una zona giallognola, più o meno evidente ed estesa, accanto alla banda di separazione nera e la presenza di sottili linee longitudinali parallele di colore giallo arancio ben visibili sul peduncolo caudale.

JPEG - 43.9 Kb
Si nutre fra i coralli di piccoli crostacei, molluschi ed echinodermi, per non parlare, soprattutto in gioventù, della sua attività di " labride pulitore " alla caccia d’ectoparassiti di tartarughe e grossi pesci. Non è specie a rischio © Giuseppe Mazza

Spiccano per il loro colore giallo vivo, ripreso anche dalla dorsale, le pinne ventrali e l’anale.

Le forme giovanili hanno un look molto diverso: il corpo è interamente scuro, quasi nero, con luminosi ocelli gialli, ripresi dall’iride, con evidente funzione mimetica. Il periodo di transizione fra una livrea e l’altra è di circa due settimane ed è quindi molto improbabile cadere su livree intermedie.

Etologia-Biologia Riproduttiva

Il Bodianus mesothorax si nutre principalmente d’invertebrati: piccoli crostacei, molluschi ed echinodermi, come ricci, ofiure e stelle di mare. Specialmente i giovani, ripuliscono come il Labroides dimidiatus vari pesci dagli ectoparassiti.

Nel periodo riproduttivo si formano delle coppie ma l’amore è effimero e le uova non vengono sorvegliate dai genitori.

Anche se qualche esemplare finisce in acquario, dove fra l’altro mal tollera i con specifici, non è una specie minacciata dall’uomo perché non riveste alcun interesse alimentare. Anche i mutamenti climatici e l’inquinamento poco incidono sulle popolazioni, data la vasta gamma di prede. Si è calcolato che la resilienza della specie, la capacità cioè di recupero totale in caso di catastrofi, è di appena 1,4-4,4 anni. L’indice di vulnerabilità del Bodianus mesothorax è quindi basso: 32 su una scala di 100.

Sinonimi

Labrus mesothorax - Bloch & Schneider, 1801; Lepidaplois mesothorax - Bloch & Schneider, 1801; Bodianus meosthorax - Bloch & Schneider, 1801; Scarus mordax - Gronow, 1854.

 

→ Per nozioni generali sui pesci vedere qui.

→ Per apprezzare la biodiversità degli Osteichthyes, i PESCI OSSEI, e trovare altre specie, cliccare qui.

 

Archivio fotografico di Giuseppe Mazza

/b-108-1_bodianus_mesothorax
Photomazza : 70.000 colour pictures of animals and plants