Canis lupus familiaris - Pastore Australiano

Famiglia : Canidae

 

 

Testo © Pietro Paolo Condò - Giudice Enci-fci

 

 

JPEG - 25.1 Kb
Il maschio del Pastore Australiano è più grande della femmina © Mazza

Cane da pastore selezionato in Australia partendo da piccoli cani da pastore già presenti su questo territorio agli inizi del ‘900: i Little blue dog.

Questi ultimi erano stati importati, insieme alle pecore, dai paesi baschi: i cani preposti alla conduzione dei greggi venivano comunemente spostati come “pertinenza” delle greggi stesse.

Gli appassionati di questa razza avviarono una selezione mirata a migliorare le funzionalità del cane da gregge: dapprima ne fissarono le spiccate caratteristiche di cane da pastore, quali l’intelligenza e la dedizione, e solo in un secondo momento si dedicarono alle caratteristiche che concretizzarono in seguito la razza sotto il profilo morfologico.

Oggi giorno, nei ranch australiani, gli Australian shepperd sono parte integrante della vita di fattoria e continuano a seguire le pecore con abilità. A tutela e divulgazione della razza, nel 1957 nacque la prima associazione che si chiamò ASCA. Grazie al lavoro condotto da questo club, nel 1976, la razza venne ufficialmente riconosciuta.

Nel suo aspetto generale l’Australian shepperd presenta una solida costruzione, è ben armonico tra testa, tronco ed arti.

È un cane bilanciato dal mantello di lunghezza media, la coda è tronca e viene definita “a rocchetto” Animale dal carattere mansueto, quasi mai litigioso, è molto stimato da chi lavora con gli ovini per via della sua fedeltà ed intelligenza.

JPEG - 28.4 Kb
Mansueto, fedele e intelligente, è nato per i greggi australiani © Mazza

A questo si aggiunga che è un cane facilmente integrabile in famiglie numerose e dinamiche.

Il dimorfismo sessuale vede più contenuta di taglia la femmina con i suoi 46/53 cm di altezza e un po’ più sostenuto il maschio che può arrivare ai 58 cm al garrese.

L’Australian Shepperd ha linea dorsale diritta con la groppa leggermente inclinata, il torace deve arrivare fino al gomito, capiente ma non cerchiato. La linea inferiore è leggermente rialzata.

La testa ha profili paralleli tra cranio e muso, ha disegno netto e asciutto. Le orecchie sono triangolari e pendenti.

Il mantello comprende i colori blu-merle, rosso-merle e rosso, nero. Tutti questi colori con o senza macchie bianche e con o senza macchie focate.

Un eventuale collare bianco non si deve estendere al di là del garrese. Il bianco è ammesso sul collo, sul petto e sugli arti.

Il bianco sulla testa non deve essere predominate e gli occhi devono essere circondati di zone colorate.

 

→ Per apprezzare la biodiversità all’interno delle razze canine, cliccare qui.

 

Archivio fotografico di Giuseppe Mazza

_C-388-1_Australian_Shepherd_Dog
_C-388-2_Australian_Shepherd_Dog
_C-388-3_Australian_Shepherd_Dog
_C-388-4_Australian_Shepherd_Dog
Photomazza : 70.000 colour pictures of animals and plants