Cascabela thevetioides

Famiglia : Apocynaceae

Testo © Pietro Puccio

JPEG - 92.7 Kb
Assomiglia alla Cascabela thevetia, ma ha dei fiori più grandi © Giuseppe Mazza

La Cascabela thevetioides (Kunth) Lippold (1980) è originaria delle foreste decidue del Messico centrale e meridionale.

Il nome generico deriva dal nome “cascabel” con cui la pianta è chiamata dalle popolazioni indigene; il nome specifico “thevetioides” = simile alla thevetia, fa riferimento alla somiglianza con le specie appartenenti al genere Thevetia.

Nomi comuni: “giant yellow oleander”, “giant thevetia”, “ giant luky nut”, “large-flowered yellow oleander”, “be-still tree”, “yoyotli” (inglese); “ayoyote”, “chavaquin”, “camé”, “fraile”, “codo de fraile”, “hueso de fraile”, “yoyote”, “joyote”, “calaveritas”, “canchule”, “cobalonga”, “narciso amaril- lo” (spagnolo); “laurier jaune” (francese); “chapéu-de-napoleão”, “chapéu-de-napoleão-gigante”, “fava-de-santo-inácio-gigante” (portoghese).

Arbusto sempreverde alto fino a 6-8 m con fusti grigiastri e foglie verticillate, lineari, lunghe fino a 12-15 cm circa e larghe 1-2 cm con margine ricurvo, di colore verde scuro lucido. Infiorescenze terminali portanti numerosi fiori imbutiformi lunghi 8-10 cm ed altrettanto larghi, effimeri, di colore giallo brillante o rosa salmone. I frutti sono drupe subglobose di 6 cm circa di larghezza e 4 cm di altezza, di colore verde tendente al marrone scuro a maturità, contenenti da uno a quattro semi ovoidi. Si riproduce per seme e per talea.

Specie poco diffusa dall’aspetto simile alla Cascabela thevetia, da cui differisce, tra l’altro, per la maggiore dimensione dei fiori e la ricchezza delle infiorescenze, caratteristiche che dovrebbero farla preferire a questa, molto più nota e coltivata. Specie ideale per le regioni a climi di tipo mediterraneo, con estati calde e asciutte, va coltivata in pieno sole su suoli preferibilmente sabbiosi e drenanti; resiste a temperature fino a -3/-4°C. Tutte le parti della pianta contengono sostanze potenzialmente tossiche, tra cui alcuni glucosidi cardioattivi contenuti in particolare nei semi.

Sinonimi: Cerbera thevetioides Kunth in F.W.H.von Humboldt, A.J.A.Bonpland & C.S.Kunth (1819); Thevetia humboldtii Voigt (1845); Thevetia thevetioides (Kunth) K.Schum. in H.G.A.Engler & K.A.E.Prantl (1895); Thevetia yccotli A.DC. in A.P.de Candolle (1844).

 

→ Per apprezzare la biodiversità all’interno della famiglia delle APOCYNACEAE cliccare qui.

 

Archivio fotografico di Giuseppe Mazza

_T-79-2_Thevetia_yccotli
_T-79-3_Thevetia_yccotli
Photomazza : 70.000 colour pictures of animals and plants