Chaetodon ephippium

Famiglia : Chaetodontidae

 

GIF - 5.6 Kb

 

Testo © Giuseppe Mazza

 

 

JPEG - 51.7 Kb
Il Chaetodon ephippium ha una macchia nera dorsale a forma di sella © Mazza

Il Pesce farfalla sellato ( Chaetodon ephippium - Bloch & Schneider, 1801 ) appartiene alla classe degli Actinopterygii, i pesci con le pinne raggiate, all’ordine dei Perciformes ed alla variopinta famiglia dei Chaetodontidae.

Il nome del genere viene dal greco “chaite” = capelli e “odous” = dente, per i "denti a forma di setole".

Il nome della specie “ephippium” deriva dal greco “efippion” = sella, per il disegno a forma di sella di cavallo sul dorso.

Zoogeografia

Il Pesce farfalla sellato ha una distribuzione vastissima. Vive principalmente nelle acque tropicali dell’Oceano Pacifico, ma anche, in minor misura, nell’Oceano Indiano.

E’ di casa nell’Indonesia, l’Australia, la Nuova Guinea, la Micronesia, la Nuova Caledonia, le Filippine, Taiwan, la Cina fino al sud del Giappone, e ad est Vanautu, Fiji, Tonga, Samoa, fino alle Hawaii. Lo ritroviamo poi nell’Oceano Indiano nella Malesia e lo Sri Lanka.

Ecologia-Habitat

Visita le formazioni madreporiche assolate alla ricerca d’alghe filamentose e preda la microfauna fino a 30 m di profondità.

Morfofisiologia

Con anche 30 cm di lunghezza, è uno dei più grandi pesci farfalla. Il corpo è piatto, quasi squadrato, a parte il capo, con un muso appuntito per frugare negli anfratti.

La pinna dorsale, che negli adulti reca, come il Chaetodon auriga, un filamento che può superare la lunghezza della coda, conta 12-14 raggi spinosi e 21-25 molli; l’anale ha 3 raggi spinosi e 20-23 molli. Le ventrali e le pettorali sono inermi. La caudale è più o meno troncata.

La livrea è inconfondibile per la grande sella nera dorsale, enfatizzata, verso il basso, da una larga banda bianca e sul retro da una striscia arancione. Il resto del corpo è grigio-giallastro, con circa 6 strisce orizzontali tendenti al blu, talora appena accennate. La parte inferiore del capo, le pinne ventrali ed il margine inferiore dell’anale sono di un bel giallo luminoso.

JPEG - 69.5 Kb
Presente principalmente nel Pacifico, è onnivoro e si adatta bene ai mutamenti ambientali © Giuseppe Mazza

Anche la coda, traslucida, termina con un bordino giallo, preceduta da un peduncolo arancione che riprende il colore della banda presente sulla dorsale e sull’anale.

L’occhio è mimetizzato dalla consueta striscia nera verticale, che però in questa specie non attraversa tutto il corpo, e dopo l’opercolo si nota un altro tratto nero.

Etologia-Biologia Riproduttiva

Il pesce farfalla sellato è attivo giorno e notte. Nuota solitario, in coppia o piccoli gruppi alla ricerca d’alghe filamentose, polipi di corallo, piccoli crostacei, policheti ed uova d’altri pesci.

La riproduzione di questo chetodonte non avviene in gruppo, ma a coppie, con uova pelagiche.

Anche se predato dagli acquariofili, ha un indice di vulnerabilità modesto, 24 su 100, perché mangia di tutto, reagendo meglio d’altre specie ai mutamenti ambientali, con popolazioni che possono raddoppiare in meno di 15 mesi.

Sinonimi

Chaetodon garnoti - Lesson, 1831; Chaetodon mulsanti - Thiollière, 1857; Chaetodon principalis - Cuvier, 1829.

 

→ Per nozioni generali sui pesci vedere qui.

→ Per apprezzare la biodiversità degli Osteichthyes, i PESCI OSSEI, e trovare altre specie, cliccare qui.

 

Archivio fotografico di Giuseppe Mazza

_C-356-1_Chaetodon_ephippium
_C-356-2_Chaetodon_ephippium
_C-356-3_Chaetodon_ephippium
Photomazza : 70.000 colour pictures of animals and plants