Cyrtostachys renda

Famiglia : Arecaceae

Testo © Pietro Puccio

JPEG - 311.7 Kb
La Cyrtostachys renda è una specie cespitosa con fusti sottili, inermi, alti fino a 12 m © Giuseppe Mazza

La Cyrtostachys renda Blume (1838) è originaria della Malaysia, Thailandia e Indonesia, dove cresce in zone paludose nei pressi delle coste o lungo i corsi d’acqua.

Il termine generico deriva dal greco ‘kyrtos’ = arcuato e ‘stachys’ = pannocchia, con riferimento alla infiorescenza incurvata. Il termine specifico è il nome locale della palma.

E’ comunemente nota come: “lipstick palm”, “maharajah palm”, “sealing wax palm”, “pinang rajah”, “sumatra wax palm” (inglese); “palmier rouge” (francese); "palmera de lacre", “palmera roja” (spagnolo); “Siegellackpalme”, “Rotstielpalme” (tedesco); “palmeira-laca”, “palmeira-lacre” (portoghese).

Specie cespitosa con fusti sottili, inermi, alti fino a 12 m e diametro 5-7 cm di colore verde nella parte più giovane, grigiastro in quella più vecchia, e su cui sono visibili gli anelli traccia della attaccatura delle foglie cadute.

Le foglie sono pennate, erette, lunghe fino a 2 m, con pinnule di colore verde scuro superiormente, grigio verde inferiormente, piuttosto rigide e regolarmente inserite sul rachide a formare una V.

La guaina fogliare che avvolge il fusto per circa 60 cm di lunghezza ed il picciolo sono di colore rosso scarlatto.

L’infiorescenza, ramificata, nasce sotto le foglie, e porta fiori riuniti a gruppi di tre nella caratteristica triade (due maschili, uno femminile). Frutti ellissoidi di circa 10 mm di lunghezza e 5 mm di diametro, di colore nero.

Si riproduce per divisione e per seme, che mantiene il potere germinativo per poco tempo; i tempi di germinazione sono dell’ordine di 2 mesi.

Viene ampiamente coltivata per le sue notevoli caratteristiche ornamentali esclusivamente nelle zone tropicali umide, essendo estremamente sensibile sia alle basse temperature che alla mancanza di umidità.

Sinonimi: Bentinckia renda (Blume) Mart. (1853); Areca erythropoda Miq. (1861); Pinanga purpurea Miq. (1861); Ptychosperma coccinea Teijsm. & Binn. (1866); Areca erythrocarpa H.Wendl. (1878); Cyrtostachys lakka Becc. (1885); Pinanga rubricaulis Linden (1885).

JPEG - 234.9 Kb
Il fusto, di 5-7 cm di diametro, è verde nella parte più giovane e poi grigiastro, mentre la guaina fogliare che l’avvolge per circa 60 cm ed i piccioli sono rosso scarlatto © Giuseppe Mazza

 

→ Per apprezzare la biodiversità all’interno della famiglia delle ARECACEAE e trovare altre specie, cliccare qui.

 

Archivio fotografico di Giuseppe Mazza

/c-514-4_cyrtostachys_renda
Photomazza : 70.000 colour pictures of animals and plants