Dampiera wellsiana

Famiglia : Goodeniaceae

Testo © Pietro Puccio

JPEG - 136.7 Kb
La Dampiera wellsiana è una specie australiana poco nota con un avvenire orticolo © G. Mazza

La specie è originaria dell’Australia sud occidentale, dove vive su suoli sabbiosi, pietrosi e argillosi in radi boschi o in aree caratterizzate da ricca e bassa vegetazione, chiamate localmente kwongan, dal clima spiccatamente stagionale con inverni miti e poco piovosi ed estati calde e secche; frequenti gli incendi che hanno un ruolo importante in questo tipo di vegetazione.

Il genere è dedicato al navigatore inglese William Dampier (1652–1715) che ebbe il merito di portare in Europa le prime piante australiane da lui raccolte nella costa nord occidentale; la specie è dedicata alla raccoglitrice botanica Julia Wells (1842 - ?).

Nomi comuni: Wells’ dampiera (inglese).

La Dampiera wellsiana F.Muell. (1876) è una erbacea sempreverde stolonifera, alta 5-30 cm, che col tempo forma cespi larghi anche oltre 2 m.

Le foglie a rosetta sono spatolate con margine intero o crenato, spesse, di colore verde intenso, lunghe 2-8 cm e larghe 1-4 cm su un picciolo lungo circa 6 cm.

I fiori, lunghi 8-10 mm con lobi sottili di colore da blu chiaro a blu scuro, sono riuniti in dense infiorescenze terminali globose su uno scapo tomentoso alto circa 30 cm ed oltre.

I frutti sono ellissoidali, lunghi circa 2 mm, contenenti un solo seme ricoperto da peluria; la fruttificazione è particolarmente abbondante dopo un incendio.

Si riproduce per divisione o per seme in substrato costantemente umido, ma senza ristagni, con almeno il 50% di sabbia silicea grossolana o agriperlite, alla temperatura di 20-24 °C.

Specie relativamente poco coltivata, ma sicuramente promettente per le sue caratteristiche che la rendono adatta a giardini desertici e rocciosi. Coltivabile in pieno sole o leggera ombreggiatura, su suoli acidi sabbiosi e/o pietrosi particolarmente drenanti, nelle zone tropicali, subtropicali e temperato calde, in particolare di tipo mediterraneo, dal clima caratterizzato da spiccata stagionalità, con inverni poco piovosi ed estati calde e secche; resiste asciutta per breve periodo a temperature intorno a -3 °C.

Coltivabile anche in vaso rispettando le sue esigenze sopra riportate, in particolare le innaffiature in inverno devono essere distanziate, lasciando asciugare il substrato prima di ridare acqua, diradate in estate.

Sinonimi: Dampiera eriocephala var. concolor F.Muell. ex Benth. (1868); Dampiera humilis F.Muell. ex E.Pritz. (1905).

 

→ Per apprezzare la biodiversità all’interno della famiglia delle GOODENIACEAE cliccare qui.

 

Archivio fotografico di Giuseppe Mazza

_D-112-5_Dampiera_wellsiana
Photomazza : 70.000 colour pictures of animals and plants