Hemitaurichthys polylepis

Famiglia : Chaetodontidae

 

GIF - 5.6 Kb

 

Testo © Giuseppe Mazza

 

 

JPEG - 87.5 Kb
L’Hemitaurichthys polylepis è un pesce farfalla atipico che vive in gruppi numerosi sul bordo dei reef © G. Mazza

Decisamente insolito, il Pesce farfalla piramide ( Hemitaurichthys polylepis - Bleeker, 1857 ) appartiene alla classe degli Actinopterygii, i pesci con le pinne raggiate, all’ordine dei Perciformes ed alla famiglia dei Chaetodontidae.

Il nome del genere “Hemitaurichthys” viene dal greco “hemi” = metà, “taureia” = pelle di toro ed “icthys” = pesce. Cosa c’entrano i tori ? Forse il disegno bianco, squadrato, evoca una mezza pelle di toro e sembra che Bleeker avrebbe tenuto conto anche dell’appellativo malese di “ikan-karbauw”, che vuol dire “pesce bufalo”.

Il nome della specie “polylepis” = deriva dal greco “polys” = molto e “lepis” = scaglia, squama, con riferimento alle numerose squame.

Zoogeografia

E’ presente nelle acque tropicali del Pacifico, ma principalmente nell’Oceano Indiano.

Lo troviamo, per dare un’idea, alle Isole di Andaman, nell’Isola di Natale, in Malesia, Australia, Indonesia, Nuova Guinea, Micronesia, Nuova Caledonia, Filippine, Taiwan e la Cina fino al sud del Giappone. A sud raggiunge l’Isola di Pasqua, ad est le Isole Kiribati, le Hawaii e Cocos Island.

Ecologia-Habitat

Vive nelle formazioni madreporiche fino a 40 m di profondità, ma sui bordi esterni dei reef, in mezzo alle correnti.

Morfofisiologia

Il pesce farfalla piramide può raggiungere i 18 cm. Il corpo è piatto, più o meno squadrato, col muso leggermente allungato.

JPEG - 61.4 Kb
Non si nutre di polipi di coralli ma di zooplancton e non è territoriale © Giuseppe Mazza

La pinna dorsale reca 12 raggi spinosi e 23-26 molli; l’anale ha 3 raggi spinosi e 19-21 molli; le ventrali e le pettorali sono inermi e la caudale è più o meno troncata.

Sul colore di fondo giallo, spicca una piramide bianca in mezzo al corpo che si estende fino alla coda e alle pinne ventrali. E’ la caratteristica saliente della specie che ha suggerito il nome italiano di pesce farfalla piramide.

Per una volta l’occhio non è mimetizzato da una banda nera, ma è vero che c’è una maschera facciale, color marrone, più scura verso il dorso.

Etologia-Biologia Riproduttiva

L’ Hemitaurichthys polylepis ha un comportamento decisamente atipico rispetto ai soliti pesci farfalla: non vive in zone riparate fra le madrepore ma in mezzo alle correnti che trasportano lo zooplancton di cui si nutre, e soprattutto non nuota isolato o in gruppetti, ma in branchi numerosi.

Non è territoriale perché il cibo abbonda e può mangiare tranquillamente tutto il giorno senza importunare i congeneri.

Dopo la fecondazione, che non è collettiva ma resta un fatto di coppia, i coniugi affidano le uova alle correnti.

Le popolazioni possono raddoppiare in meno di 15 mesi e visto che questi pesci hanno una dieta basata su organismi vaganti, meno esposti dei coralli ai mutamenti climatici, il livello di vulnerabilità della specie è bassissimo: appena 15 su 100.

Sinonimi

Chaetodon polylepis - Bleeker, 1857.

 

→ Per nozioni generali sui pesci vedere qui.

→ Per apprezzare la biodiversità degli Osteichthyes, i PESCI OSSEI, e trovare altre specie, cliccare qui.

 

Archivio fotografico di Giuseppe Mazza

_H-90-1_Hemitaurichthys_polylepis
_H-90-2_Hemitaurichthys_polylepis
Photomazza : 70.000 colour pictures of animals and plants