Leucospermum reflexum

Famiglia : Proteaceae

Testo © Pietro Puccio

JPEG - 110.9 Kb
Il Leucospermum reflexum ha inforescenze arancio-cremisi ma viene spesso coltivato per la varietà gialla © Giuseppe Mazza

La specie è originaria del Sudafrica dove cresce nella Provincia del Capo Occidentale sui monti Cedarberg, caratterizzati da un clima con inverni freschi e umidi ed estati calde e secche, prevalentemente vicino corsi d’acqua.

Il nome del genere è la combinazione dei termini greci “leukos” = bianco e “sperma” = seme, con riferimento alla pellicola carnosa biancastra che ricopre i semi; il nome specifico deriva dal latino “reflexus, a, um” = piegato indietro, ripiegato, con riferimento ai fiori.

Nomi comuni: rocket pincushion, skyrocket leucospermum, sky-rocket pincushion (inglese); perdekorp (afrikaans).

Il Leucospermum reflexum H.Buek ex Meisn. (1856) è un arbusto o piccolo albero sempreverde, alto fino a circa 4 m, con rami giovani densamente villosi e foglie semplici sessili disposte a spirale, coriacee, da ellittiche a oblanceolate, di colore grigioverde e ricoperte da densa peluria grigia, lunghe 3-5 cm e larghe 0,5-1,5 cm, con 2-3 denti ghiandolari all’apice.

Infiorescenze solitarie terminali, di 8-10 cm di diametro, sottese da un involucro di corte brattee imbricate, portanti una moltitudine di fiori, inizialmente eretti, poi ricurvi verso il basso, costituiti da un perianzio tubolare formato da 4 tepali petaloidi e un lungo stilo di colore da arancio scuro a cremisi, ricchi di nettare che attrae gli impollinatori, in particolare uccelli. Il frutto è un achenio, lungo circa 0,8 cm, ricoperto da una pellicola carnosa (elaiosoma) particolarmente gradita dalle formiche che ne favoriscono la dispersione. Si riproduce per seme in terriccio sabbioso particolarmente drenante o direttamente a dimora in autunno, una escursione termica giornaliera di circa 10 °C ne favorisce la germinazione; fioritura a partire dal terzo anno di età.

Esiste una varietà a fiori gialli, presente in natura in pochi esemplari, ma ampiamente coltivata ed apprezzata:

Leucospermum reflexum H. Buek ex Meisn. var. luteum Rourke (1977).

Specie di grande effetto ornamentale per il fogliame e ancor più per le infiorescenze dalla forma inusuale, coltivabile in pieno sole nelle zone a clima temperato di tipo mediterraneo con inverni miti e umidi ed estati calde e secche, non adatta a zone dalle estati calde e umide dove è facilmente soggetta a marciumi; piante adulte possono sopportare sporadici valori minimi di temperatura fino a circa -4 °C e periodi di siccità.

Richiede suoli particolarmente drenanti, sabbiosi o pietrosi, leggermente acidi, poveri, in particolare di fosforo. Utili le potature, da effettuare dopo la fioritura, per un portamento più compatto e ben accestito.

Si adatta anche alla coltivazione in vaso, che deve essere piuttosto capiente, con substrati dalle caratteristiche sopra riportate. Le infiorescenze sono di lunga durata anche recise e per tale motivo utilizzate nelle composizioni floreali.

 

→ Vedere anche l’articolo sul genere Leucospermum.

→ Per apprezzare la biodiversità all’interno della famiglia delle PROTEACEAE e trovare altre specie, cliccare qui.

 

Archivio fotografico di Giuseppe Mazza

_L-120-19_Leucospermum_reflexum
Photomazza : 70.000 colour pictures of animals and plants