Licuala triphylla

Famiglia : Arecaceae

Testo © Pietro Puccio

La specie è originaria del Borneo, Malaysia Peninsulare, Sumatra e Thailandia dove vive nel sottobosco delle foreste umide fino a circa 700 m di altitudine.

Il nome generico deriva da quello indigeno “leko wala” dato a questo genere di palme nelle isole Molucche; il nome specifico è la combinazione dell’aggettivo greco “τρεῖς” (treis) = tre e del sostantivo “φύλλον” (phyllon) = foglia, con riferimento alla foglia divisa in tre-cinque segmenti.

Nomi comuni: three leaf palm (inglese); palas (Malaysia); ga-por-nu, ka pho nok aen, ka pho nuu, pa-laa ti-ku (Thailandia).

La Licuala triphylla Griff. (1844) è una specie monoica solitaria, alta fino a circa 1 m, con fusto corto e sotterraneo di circa 2 cm di diametro. Le foglie, su un picciolo lungo 0,2-0,8 m e largo alla base circa 4 mm, sono palmate, pressoché semicircolari, di 15-40 cm di larghezza, suddivise generalmente in 3-5 segmenti cuneiformi di ampiezza variabile, troncati e dentati all’apice; il segmento centrale è più largo degli altri, 5-10 cm, ed è solitamente collegato al picciolo tramite una sorta di sottile prolungamento dello stesso di 4-6 cm di lunghezza. Il picciolo è munito alla base, per circa 1/3 della lunghezza, di spine ricurve lunghe circa 0,4 cm. Infiorescenze, su un peduncolo lungo 7-20 cm, tra le foglie (interfogliari), più corte delle stesse, erette o leggermente ricurve, lunghe 30-40 cm, costituite da un asse principale con 2-4 infiorescenze secondarie ramificate, lunghe 8-10 cm, portanti fiori ermafroditi sessili, solitari o in coppia, di colore bianco verdastro e finemente pubescenti esternamente.

JPEG - 276.5 Kb
La Licuala triphylla è una delle più piccole e delicate palme esistenti. Originaria delle umide foreste del Sud-Est asiatico, ha un corto fusto sotterraneo di circa 2 cm di diametro. Le foglie, molto decorative, sono larghe 15-40 cm su un picciolo di 20-80 cm. Ottimo coprisuolo ai tropici e frutti con proprietà medicinali © Giuseppe Mazza

Frutti da globosi a ellissoidi, fino a circa 1 cm di lunghezza e 0,8 cm di diametro, di colore inizialmente verde, poi rosso-arancio a maturità, contenenti un solo seme globoso di circa 0,7 cm di diametro.

Si riproduce per seme, preventivamente ripulito dalla polpa e tenuto in acqua tiepida per due giorni, in terriccio aerato e drenante ricco di sostanza organica mantenuto umido alla temperatura di 26-28 °C.

Una delle più piccole e delicate palme in assoluto, utilizzabile come copri suolo in parchi e giardini, anche di piccole dimensioni, nelle regioni a clima tropicale umido e marginalmente in quelle subtropicali, dove temperature inferiori a +10 °C sono eventi eccezionali e di brevissima durata. Necessita di una posizione ombreggiata o semiombreggiata, elevate temperature e umidità atmosferica, non sopporta periodi di secco. Richiede suoli perfettamente drenanti, ricchi di sostanza organica, da acidi a neutri, mantenuti costantemente umidi. Di grande effetto anche in vaso per la decorazione di spazi aperti, dove il clima lo consente, o serre e giardini d’inverno ombrosi, con temperature minime invernali superiori a 16 °C e umidità ambientale maggiore del 70%.

I frutti sono usati da alcune popolazioni locali nel trattamento delle gastralgie e della nausea.

Sinonimi: Licuala ternata Griff. ex Mart. (1849); Licuala triphylla var. integrifolia Ridl. (1907); Licuala pygmaea Merr. (1929); Licuala filiformis Hodel (1997); Licuala stenophylla Hodel (1997).

 

→ Per apprezzare la biodiversità all’interno della famiglia delle ARECACEAE e trovare altre specie, cliccare qui.

 

Archivio fotografico di Giuseppe Mazza

/l-261-1_licuala_triphylla
Photomazza : 70.000 colour pictures of animals and plants