Memecylon caeruleum

Famiglia : Melastomataceae

Testo © Pietro Puccio

JPEG - 124.3 Kb
Il Memecylon caeruleum può raggiungere anche gli 8 m d’altezza nel Sud-Est asiatico © Giuseppe Mazza

La specie è originaria della Cambogia, Cina (Hainan, Xizang e Yunnan), Filippine, India, Indonesia Isole Andamane, Isole Nicobare, Malaysia Peninsulare, Singapore, Thailandia e Vietnam dove cresce nelle foreste dal livello del mare fino a circa 1200 m di altitudine.

Il nome del genere è quello dato da Dioscoride (ca. 40-ca. 90) all’ Arbutus unedo L.; il nome specifico è l’aggettivo latino “caeruleus, a, um” = azzurro, con riferimento al colore dei fiori.

Nomi comuni: blue strawberry flowers, Javanese nipis (inglese); phlong ka-ek (Cambogia); tian lan gu mu (Cina); delek jamu putih (Indonesia); delik-delik jambu, pokok nipis kulit (Malaysia); phlong khee khwaai, phlong khee nok, phlong khee tai (Thailandia); sầm lam (Vietnam).

Il Memecylon caeruleum Jack (1820) è un arbusto o piccolo albero sempreverde, alto 3-8 m, con tronco cilindrico e corteccia liscia e bruna nei rami giovani, rugosa e grigiastra in quelli più vecchi. Le foglie, su un picciolo lungo 3-6 mm, sono opposte, semplici, oblungo-ellittiche con apice acuto, ottuso o retuso e margine intero, lunghe 8-16 cm e larghe 3-6 cm, coriacee, di colore verde scuro e lucide superiormente.

Infiorescenze, su un peduncolo lungo 0,5-1 cm, ascellari, compatte, di 1,5-3 cm di diametro, portanti numerosi minuscoli fiori con ipanzio a coppa, lungo 3-4 mm, 4 sepali, 4 petali ovati, lunghi 2-3 mm, di colore rosso esternamente, blu intenso internamente, e 8 stami, lunghi circa 2,5 mm, di colore blu. Frutti obovoidi, di circa 1,5 cm di lunghezza e 1 cm di diametro, inizialmente di colore da rosa a rosso, poi porpora nerastro o nero a maturità, eduli, contenenti generalmente un solo seme immerso in una polpa succosa colore porpora.

Si riproduce facilmente per seme in terriccio fertile, con aggiunta di sabbia per un 30% per migliorare il drenaggio, mantenuto umido alla temperatura di 26-28 °C; si propaga inoltre per talea e margotta.

JPEG - 128.7 Kb
I minuscoli fiori sono i gioielli di famiglia delle Melastomataceae: 8 stami che disegnano un diamante sul blu intenso dei petali, rossi all’esterno © Giuseppe Mazza

Specie attraente per il fogliame e i minuscoli fiori dall’intenso colore prodotti per gran parte dell’anno, utilizzabile come esemplare isolato, per siepi e bordure, sopportando bene le potature, e nelle alberature stradali in parchi e giardini delle regioni a clima tropicale e subtropicale.

Richiede pieno sole o una leggera ombreggiatura e suoli fertili, ben drenati, mantenuti pressoché costantemente umidi; sopporta i suoli moderatamente salmastri e gli aerosol marini, può quindi essere coltivata in prossimità del mare.

JPEG - 140.6 Kb
Frutti obovoidi, di circa 1,5 cm di lunghezza e 1 cm di diametro, inizialmente rosati, poi porpora nerastro e neri a maturità, sono eduli ma di scarso pregio © G. Mazza

I frutti sono localmente consumati crudi o arrostiti anche se piuttosto insipidi. Il legno, che ha buone caratteristiche di resistenza, durezza e densità, è utilizzato nelle costruzioni delle abitazioni, per mobili, pali, bastoni, utensili e articoli artigianali, è inoltre ottimo come legna da ardere, per il suo alto potere calorifico, e per la produzione di carbone vegetale. Non sono noti particolari impieghi nell’ambito della medicina popolare, tranne presso alcune popolazioni della Malaysia dove le radici sono utilizzate nelle cure post partum.

Sinonimi: Memecylon floribundum Blume (1851); Memecylon cyanocarpum C.Y. Wu ex C. Chen (1979).

 

→ Per apprezzare la biodiversità all’interno della famiglia delle MELASTOMATACEAE cliccare qui.

 

Archivio fotografico di Giuseppe Mazza

/m-231-1_memecylon_caeruleum
Photomazza : 70.000 colour pictures of animals and plants