Odontadenia macrantha

Famiglia : Apocynaceae

Testo © Pietro Puccio

JPEG - 62 Kb
La Odontadenia macrantha è una pianta rampicante legnosa tropicale che supera i 5 m d’altezza © Giuseppe Mazza

La specie è originaria del Belize, Brasile (Acre, Amazonas, Amapà, Distretto Federale di Brasilia, Goias, Mato Grosso, Mato Grosso do sul, Parà, Roraima, Rondônia e Tocantins), Colombia, Costa Rica, Ecuador, Guatemala, Guyana, Guyana Francese, Honduras, Messico (Campeche, Chiapas, Colima, Guerrero, Jalisco, Michoacán, Nayarit, Oaxaca, Quintana Roo, Tabasco e Yucatán), Nicaragua, Panama, Suriname, Trinidad-Tobago e Venezuela, dove cresce nelle foreste in zone caratterizzate da clima stagionale.

Il nome generico deriva dalla combi- nazione dei termini greci “odontos” = dente e “adén” = ghiandola, con riferimento alle 5 ghiandole dentate al di sotto dell’ovario, quello specifico da “makros” = grande e “anthos” = fiore, con ovvio riferimento.

La Odontadenia macrantha ( Roem. & Schult. ) Markgr. (1937) è una specie rampicante legnosa sempre- verde con fusti cilindrici che si allungano fino a oltre 6 m e foglie, su un picciolo lungo circa 2 cm, opposte oblungo-ellittiche, lunghe 7-22 cm e larghe 4-10 cm, di colore verde lucido, terminanti con un apice lungamente appuntito. Le infiorescenze, su un peduncolo lungo 4-8 cm, sono pannocchie ascellari irregolarmente ramificate, lunghe 10-12 cm, portanti numerosi fiori con corolla imbutiforme a 5 lobi, di 3-6 cm di lunghezza e diametro 6-10 cm, di colore da giallo crema ad albicocca con sfumature arancio che emanano un forte odore che alcuni considerano poco gradevole; fiorisce durante la stagione secca e l’inizio di quella piovosa. I frutti, in coppia, sono follicoli oblungo-ellissoidi, lunghi fino a circa 20 cm e larghi 6 cm, contenenti numerosi semi fusiformi, lunghi circa 3 cm, con all’estremo un ciuffo di numerosi peli sericei bianchi (pappo), lunghi circa 5-7 cm, che hanno il compito di facilitarne la dispersione tramite il vento. Da tutte le parti della pianta essuda dalle ferite un lattice bianco. Si riproduce per seme, che raramente produce fuori dalle zone di origine, per margotta e talea semilegnosa in terriccio sabbioso mantenuto costantemente umido ad una temperatura di 26-28 °C.

Rampicante vigoroso e di veloce crescita relativamente poco coltivato, nonostante la bellezza dei fiori ed il fogliame decorativo, forse perché risulta piuttosto difficile da propagare per talea, coltivabile in pieno sole o leggera ombreggiatura esclusivamente nelle zone a clima tropicale e subtropicale, non sopportando temperature prossime a 0 °C. Non è particolarmente esigente riguardo al suolo, purché drenante, sopporta bene le potature ed oltre come rampicante, su ringhiere e pergolati, può essere allevato a cespuglio. Coltivabile anche in vaso, in terriccio ricco di sostanza organica con aggiunta di sabbia o perlite per migliorare il drenaggio, posto in inverno, se non è possibile per motivi climatici la permanenza all’esterno, in ambiente molto luminoso con temperature minime non inferiori a 14 °C, le innaffiature in estate devono essere regolari e abbondanti, diradate, ma senza fare asciugare completamente il substrato, in inverno.

Sinonimi: Echites grandiflorus G.Mey. (1818); Echites macranthus Roem. & Schult. (1819); Echites insignis Spreng. (1824); Echites grandiflorus Hoffmanns. ex Steud. (1840); Odontadenia speciosa Benth. (1841); Echites grandiflorus Stadelm. (1841); Echites meyerianus Roem. & Schult. ex A.DC. (1844); Echites sylvestris A.DC. (1844); Haemadictyon grandiflorum A.DC. (1844); Odontadenia grandiflora Miq. (1851); Cylicadenia harrisii (Hook.) Lem. (1855); Dipladenia harrisii Hook. (1855); Dipladenia harrisonii Purdie ex Müll. Arg. (1860); Odontadenia hoffmannseggiana Klotzsch ex Müll. Arg. (1860); Odontadenia sylvestris (A.DC.) Müll.Arg. (1860); Dipladenia brearleyana Regel (1875); Angadenia sylvestris (A.DC.) Miers (1878); Cylicadenia harrisonii Lem. ex Miers (1878); Odontadenia formosa Miers (1878); Odontadenia grandiflora (G.Mey.) Miers (1878); Odontadenia harrisii (Hook.) Miers (1878); Odontadenia grandiflora (G. Mey.) Kuntze (1891); Odontadenia grandiflora (G. Mey.) K. Schum. (1895); Odontadenia hoffmannseggiana Woodson (1933); Odontadenia caudigera Woodson (1936).

 

→ Per apprezzare la biodiversità all’interno della famiglia delle APOCYNACEAE cliccare qui.

 

Archivio fotografico di Giuseppe Mazza

_O-129-1_Odontadenia_macrantha
Photomazza : 70.000 colour pictures of animals and plants