Pisonia umbellifera

Famiglia : Nyctaginaceae

Testo © Pietro Puccio

JPEG - 106.8 Kb
La Pisonia umbellifera ‘Variegata’ è una pianta ornamentale per gli interni © G. Mazza

La specie è originaria dell’Australia (New South Wales e Queensland), Cina (Hainan), Giappone (Isole Ogasawara, Kyushu e Okinawa); Indonesia, Filippine, Isole Andamane, Isole del Pacifico, Madagascar, Malaysia, Taiwan, Thailandia e Vietnam, dove vive nelle foreste a bassa e media altitudine.

Il genere è dedicato al medico e naturalista olandese Willem Piso (1611-1678); il nome specifico è la combinazione dei termini latini “umbella” = ombrello e “fero” = portare, con riferimento alla forma delle infiorescenze.

Nomi comuni: birdcatcher, birdlime tree, catchbird (inglese); arbol de la liga (spagnolo).

La Pisonia umbellifera (J.R. Forst. & G. Forst.) Seem. (1862) è un arbusto o albero sempreverde alto fino a circa 10 m, anche se in natura si trovano esemplari fino a 20 m.

Le foglie, su un picciolo lungo 2-4 cm, sono opposte o sub opposte, a volte in gruppi da due a cinque all’apice dei rami, ellittiche o ovato-lanceolate, lunghe 10-35 cm e larghe 4-12 cm, cuoiose.

Infiorescenze terminali ad ombrelle composte, di 5-12 cm di diametro, portanti fiori poligami (ermafroditi e unisessuali presenti contemporaneamente) bianchi o rosati, privi di corolla, con calice petaloide imbutiforme a 5 lobi, costituito dai cinque sepali saldati insieme, lungo circa 6 mm, e 7-12 stami; i fiori sono intensamente profumati.

I frutti sono acheni oblunghi a 5 coste, di 2-4 cm di lunghezza e 0,6 cm di diametro, che essudano una sostanza appiccicosa con cui aderiscono a qualsiasi cosa vengano in contatto, in particolare uccelli, rettili e insetti, che contribuiscono così alla dispersione.

Si riproduce per seme, margotta o per talea in terriccio sabbioso mantenuto umido alla temperatura di 22-24 °C.

Specie ampiamente diffusa in natura nell’area Indo-Pacifica, di cui è coltivata a scopo ornamentale, sia come pianta da giardino, che per la decorazione di interni, la forma variegata, Pisonia umbellifera ‘Variegata’, che presenta nelle foglie variegature bianche e verdi di varia tonalità, soffuse inizialmente di rosa.

Può essere coltivata all’aperto nelle zone a clima tropicale, subtropicale e marginalmente in quelle temperato calde, in pieno sole o leggera ombreggiatura; la forma variegata richiede una posizione semi ombreggiata, dato che in pieno sole la parte bianca della lamina fogliare si brucia facilmente.

Riguardo alle temperature minime, le foglie si danneggiano appena sotto 0 °C, la parte aerea muore intorno a -3 °C. Non è particolarmente esigente riguardo al suolo, purché ben drenante; le innaffiature in estate devono essere regolari, anche se piante ben radicate possono sopportare brevi periodi di secco.

In vaso, per la decorazione di interni, va scelta una posizione quanto più luminosa possibile, con esclusione del sole diretto, utilizzando un substrato sabbioso ricco di sostanza organica; le innaffiature devono essere regolari in estate, diradate in inverno, lasciando asciugare lo strato superficiale prima di ridare acqua.

I frutti, raramente prodotti in vaso, per la sostanza adesiva che essudano sono un elemento che tende a scoraggiare la coltivazione di questa pianta nei giardini, dato che aderiscono a scarpe, abiti e capelli e possono provocare a volte la morte di uccelli e piccoli animali che non riescono a liberarsi, per tale motivo infatti venivano utilizzati dalle popolazioni locali per la cattura di uccelli.

Sinonimi: Ceodes umbellifera J. R. Forster & G. Forster (1775); Pisonia excelsa Blume (1825); Pisonia alba Span. (1841); Calpidia excelsa (Blume) Heimerl, in Engler (1934).

 

→ Per apprezzare la biodiversità all’interno della famiglia delle NYCTAGINACEAE cliccare qui.

 

Archivio fotografico di Giuseppe Mazza

_P-73-1_Pisonia_umbellifera
Photomazza : 70.000 colour pictures of animals and plants