Podocarpus rumphii

Famiglia : Podocarpaceae

Testo © Pietro Puccio

JPEG - 439.4 Kb
Il Podocarpus rumphii è un albero sempreverde dioico che raggiunge i 40 m d’altezza con 80 cm di diametro. Poco coltivato ma diffuso nelle foreste pluviali dell’Asia sud-orientale © Giuseppe Mazza

La specie è originaria del Borneo, Cina (Yunnan), Filippine, Giava, Malaysia, Molucche, Nuova Guinea, Piccole Isole della Sonda, Sulawesi e Sumatra dove vive nelle foreste pluviali dal livello del mare fino a circa 1600 m di altitudine.

Il nome del genere è la combinazione dei sostantivi greci “πούς, ποδός” (pús, podόs) = piede e “καρπός” (karpόs) = frutto, con riferimento alla forma del frutto della prima specie descritta; la specie è dedicata al botanico tedesco Georg Everhard Rumpf (1627–1702), autore dell’Herbarium Amboinense pubblicato postumo nel 1741.

Nomi comuni: Rumphius’s podocarpus (inglese); fei lu bin luo han song (cinese); malakauayan (filippino); jati laut, kayu china (malese).

Il Podocarpus rumphii Blume (1849) è un albero sempreverde dioico, alto 15-40 m, con tronco eretto, di 30-80 cm di diametro, dalla corteccia bruno-rossiccia leggermente rugosa che si sfalda in sottili scaglie longitudinali. Le foglie sono semplici, sessili o subsessili, a volte disposte in verticilli di tre o quattro nei giovani germogli, alterne e orientate in varie direzioni o a volte distiche nelle piante adulte, tendenzialmente pendenti, di forma lineare-lanceolata con apice appuntito, margine intero e nervatura centrale prominente, coriacee, di colore verde intenso lucido, lunghe 12-25 cm e larghe 0,8-1,7 cm. Coni maschili ascellari sessili, solitari o in gruppi di 2-8, cilindrici, lunghi 3-5 cm, provvisti alla base di numerose brattee sterili disposte a spirale, inizialmente di colore verde, poi rossiccio, 2 microsporofilli (foglie modificate che portano le sacche polliniche) portanti ciascuno due sacche polliniche. Coni femminili, su un peduncolo lungo 2-3 cm, ascellari, generalmente solitari, con due brattee fuse e carnose a maturità a formare il ricettacolo, inizialmente verde, poi da rosso arancio a porpora scuro, lungo 0,8-1,5 cm, sormontato da un seme ovoide, di 0,8-1,5 cm di lunghezza e circa 1 cm di diametro, ricoperto da un sottile strato carnoso, chiamato “epimatium”, glauco.

Si riproduce per seme, preventivamente tenuto in acqua per due giorni, in terriccio drenante mantenuto umido alla temperatura di 24-26 °C.

Specie relativamente diffusa in natura, molto simile al Podocarpus neriifolius D.Don (1824), ma al contrario di questa raramente coltivata, presente quasi esclusivamente in giardini botanici. Per il fogliame ornamentale potrebbe essere vantaggiosamente utilizzata come esemplare isolato o in gruppo in parchi e giardini e nelle alberature stradali delle zone a clima tropicale, subtropicale e marginalmente in quelle temperato-calde più miti. Richiede pieno sole, tranne nei primi anni di vita, e non è particolarmente esigente riguardo al suolo, purché drenante; ha una moderata resistenza agli aerosol marini e da adulta a periodi di siccità. Il legno, di colore giallastro, è di buona qualità, mediamente pesante e duro, resistente agli attacchi degli insetti xilofagi, facile da lavorare e rifinire, viene localmente utilizzato nelle costruzioni per travature e pavimenti, per carpenteria, mobili, pali, imbarcazioni, oggetti artigianali e artistici.

JPEG - 185.3 Kb
Corteccia bruno-rossiccia rugosa che si sfalda in sottili scaglie longitudinali ed eleganti foglie lineari-lanceolate orientate in varie direzioni, tendenzialmente pendenti © Giuseppe Mazza

Sinonimi: Podocarpus sprengelii Blume (1824); Cerbera nereifolia Zipp. (1830); Podocarpus bracteatus Hassk. (1866); Nageia rumphii (Blume) F.Muell. (1877); Podocarpus koordersii Pilg. ex Koord. & Valeton (1904); Podocarpus philippinensis Foxw. (1911); Margbensonia koordersii (Pilg. ex Koord. & Valeton) A.V.Bobrov & Melikyan (1998); Margbensonia philippinense (Foxw.) A.E. Bobrov & Melikyan (1998); Margbensonia philippinensis (Foxw.) A.V.Bobrov & Melikyan (1998); Margbensonia rumphii (Blume) A.V.Bobrov & Melikyan (1998); Podocarpus rumphii var. arbainii Silba (2000); Podocarpus rumphii var. aruensis Silba (2000); Podocarpus rumphii subsp. arbainii (Silba) Silba (2010); Podocarpus rumphii subsp. aruensis (Silba) Silba (2010).

 

→ Per apprezzare la biodiversità all’interno della famiglia delle PODOCARPACEAE cliccare qui.

 

Archivio fotografico di Giuseppe Mazza

/p-591-2_podocarpus_rumphii
Photomazza : 70.000 colour pictures of animals and plants