Podochilus serpyllifolius

Famiglia : Orchidaceae

Testo © Pietro Puccio

La specie è originaria del Borneo, Giava e Sumatra dove cresce sugli alberi delle foreste umide o su rocce coperte di muschio fino a circa 1500 m di altitudine.

Il nome del genere è la combinazione dei sostantivi greci ““πούς, ποδός” (pús, podόs) = piede e “χεῖλος” (cheilos) = labbro, con riferimento alla forma del labello; il nome specifico è la combinazione dei sostantivi latini “serpyllum, i” = serpillo, timo (Thymus serpyllum L., 1753) e “folium, ii” = foglia, con ovvio riferimento.

Il Podochilus serpyllifolius (Blume) Lindl. (1858) è una specie epifita con fusti filiformi, ramificati, lunghi 8-15 cm, e foglie distiche lineari-lanceolate con apice appuntito, di 4,5 mm di lunghezza e 1,5 mm di larghezza, distanziate tra loro di circa 1 mm. Infiorescenze racemose terminali, lunghe 1,5-2 cm, portanti 3-4 minuscoli fiori, di circa 5 mm di lunghezza, di colore bianco con brattee fiorali persistenti, sepali uniti alla base a formare una sorta di lungo sperone (mentum) ottuso e labello indiviso ovato.

JPEG - 142.1 Kb
Originario del Borneo, Giava e Sumatra, dove cresce sugli alberi delle foreste umide o su rocce coperte di muschio fino a circa 1500 m di altitudine, il Podochilus serpyllifolius ha fusti filiformi ramificati di 8-15 cm ed infiorescenze racemose terminali con 3-4 minuscoli fiori, di circa 5 mm di lunghezza © Giuseppe Mazza

Si riproduce per seme, in vitro, e divisione.

Specie rara in coltivazione, richiede una posizione semiombreggiata, temperature intermedie, elevata umidità ed aria in costante movimento. Innaffiature regolari durante l’anno utilizzando acqua piovana, demineralizzata o da osmosi inversa. Viene solitamente montata su tronchi, pezzi di corteccia o zattere di sughero o di radici di felci arborescenti, con dello sfagno alla base per mantenere l’umidità. Eventuali trapianti vanno effettuati alla ripresa vegetativa.

La specie è iscritta nell’appendice II della CITES (specie per la quale il commercio è regolamentato a livello internazionale).

Sinonimi: Cryptoglottis serpyllifolia Blume (1825); Hexameria disticha R.Br. (1838).

 

→ Per apprezzare la biodiversità all’interno della famiglia delle ORCHIDACEAE e trovare altre specie, cliccare qui.

 

Archivio fotografico di Giuseppe Mazza

/p-585-2_podochilus_serpyllifolius
Photomazza : 70.000 colour pictures of animals and plants