Ptychosperma macarthurii

Famiglia : Arecaceae

Testo © Pietro Puccio

JPEG - 193 Kb
La Ptychosperma macarthurii è una palma cespitosa © Giuseppe Mazza

Il Ptychosperma macarthurii (H. Wendl. ex H. J. Veitch) H. Wendl. ex Hook. f. (1884) è originario della parte nord orientale dell’Australia (Queensland) e della Nuova Guinea, dove cresce nelle foreste pluviali dal livello del mare fin verso i 400 m di altitudine.

Il termine generico deriva dal greco ‘ptyché’ = piega e ‘sperma’ = seme, con riferimento alle scanalature presenti sul seme.

Il termine specifico fu dedicato a William MacArthur (1800-1882), politico, proprietario terriero ed appas- sionato botanico australiano.

E’ comunemente nota come: “gray-cane palm”, “cluster palm”, “hurricane palm”, “Macarthur feather palm”, “Macarthur palm” (inglese); “palmeira-de-macarthu- rii” (portoghese); “McArthur Palme“ (tedesco); “palmier bambou”,“palmier de Mac Arthur” (francese); “Palmera de MacArthur” (spagnolo).

Palma cespitosa, raramente a fusto singolo, con fusti sottili lisci di 6-8 cm di diametro, alti fino a circa 10 m, su cui sono visibili gli anelli lasciati dalle basi fogliari cadute.

Le foglie della Ptychosperma macarthurii sono pennate, di 2 m di lunghezza su un picciolo lungo 30-50 cm, con la base fogliare che fascia il tronco per una lunghezza di 40-70 cm.

Le pinnule sono di colore verde intenso semilucido, lunghe 30-60 cm e larghe fino a 6 cm, tagliate obliquamente e dentellate all’apice.

JPEG - 113.2 Kb
Ptychosperma macarthurii © Giuseppe Mazza

Le due pinnule terminali, più corte, sono unite alla base, assumendo la caratteristica forma a coda di pesce. L’infiorescenza, sotto le foglie, è ramificata e lunga circa 50 cm.

I fiori di color verde-crema sono disposti nella tipica triade (uno femminile in mezzo a due maschili).

I vistosi frutti ovoidali, 12-16 mm di lunghezza, sono di colore rosso vivo a maturità.

La Ptychosperma macarthurii si riproduce facilmente per seme, che germina in 2-3 mesi.

Per i suoi eleganti fusti, le insolite foglie e i frutti, è una palma ampiamente coltivata nei paesi tropicali e subtropicali.

Di casa in parchi e giardini, cresce bene in pieno sole o parziale ombra, ed è frequente nei viali degli alberghi, dove aggiunge un tocco esotico per la gioia dei turisti.

Predilige i suoli ben drenanti, ricchi di humus e regolarmente irrigati, anche se resiste, da adulta, a brevi periodi di siccità.

Nei climi temperato-caldi, se ne può tentare marginalmente la coltivazione all’aperto, visto che da adulta, in terreni ben drenati, può resistere, per tempi brevissimi, a temperature intorno a 0 °C.

La Ptychosperma macarthurii ha un moderato utilizzo come pianta da vaso nella decorazione degli interni, e può dare delle soddisfazioni in ambienti luminosi con qualche ora di sole al giorno.

Sinonimi: Kentia macarthurii H.Wendl. ex H.J.Veitch (1879); Saguaster macarthurii (H.Wendl. ex H.J.Veitch) Kuntze, (1891); Actinophloeus macarthurii (H.Wendl. ex H.J.Veitch) Becc. ex Raderm. (1925); Actinophloeus bleeseri Burret, (1928); Carpentaria bleeseri (Burret) Burret, (1928); Ptychosperma bleeseri Burret, (1928); Actinophloeus hospitus Burret, (1931); Ptychosperma julianettii Becc. (1934); Ptychosperma hospitum (Burret) Burret, (1935); Actinophloeus macarthurii var. hospitus (Burret) L.H.Bailey ex D.Fairchild, (1947).

 

→ Per apprezzare la biodiversità all’interno della famiglia delle ARECACEAE e trovare altre specie, cliccare qui.

 

Archivio fotografico di Giuseppe Mazza

_P-46-4_Ptychosperma_macarthurii
_P-46-5_Ptychosperma_macarthurii
_P-46-3_Ptychosperma_macarthurii
Photomazza : 70.000 colour pictures of animals and plants