Purpureostemon ciliatus

Famiglia : Myrtaceae

Testo © Pietro Puccio

JPEG - 119.5 Kb
Di casa in Nuova Caledonia, il Purpereostemon ciliatus è una specie ancora poco coltivata in Europa, nonostante l’indubbio potenziale orticolo © Giuseppe Mazza

La specie è originaria del nord della Nuova Caledonia dove cresce nelle boscaglie rade a basse e medie altitudini.

Il nome del genere è la combinazione dell’aggettivo latino “purpureus, a, um” = purpureo, e del sostantivo greco “στήμων” (stemon) = stame, con ovvio riferimento; il nome specifico è l’aggettivo latino “ciliatus, a, um” = dotato di ciglia, con riferimento alle foglie giovani ciliate alla base.

Il Purpureostemon ciliatus (J.R.Forst. & G.Forst.) Gugerli (1939) è un arbusto eretto o prostrato molto ramificato, sempreverde, alto 0,6-2 m, con rami giovani villosi.

Le foglie sono semplici, alterne le inferiori, pressochè opposte le superiori, subsessili, da oblunghe a ellittiche con apice ottuso e margine ricurvo, coriacee, spesse, rigide, densamente villose e ciliate alla base quando giovani, lunghe 2,5-3,5 cm e larghe 0,5-1,5 cm, di colore verde chiaro brillante superiormente, verde pallido inferiormente.

Infiorescenze terminali, su corto peduncolo, costituite da cime corimbose portanti fiori di colore rosso dal calice villoso con 5 sepali liberi triangolari, 5 petali ovati, villosi, ciliati, e circa 25 lunghi stami eretti.

I frutti sono capsule trilobate di colore rosso vivo a maturità, di 1-1,2 cm di diametro e 0,6 cm di altezza, contenente numerosi semi oblunghi.

Si propaga per seme in terriccio sabbioso mantenuto umido alla temperatura di 20-22 °C e per talea.

Specie pressoché sconosciuta in coltivazione, ma di notevole valore ornamentale, coltivabile in pieno sole nelle regioni a clima tropicale, subtropicale e marginalmente temperato caldo, su suoli drenanti anche poveri; ben radicata può resistere a periodi di secco.

Potenzialmente è un ottimo soggetto per la coltivazione in vaso, per le dimensioni ridotte, il fogliame compatto ed elegante e le infiorescenze di colore rosso vivo.

Sinonimi: Leptospermum ciliatum J.R.Forst. & G.Forst. (1775); Melaleuca ciliata (J.R.Forst. & G.Forst.) G.Forst. (1786); Metrosideros ciliata (J.R.Forst. & G.Forst.) Sm. (1797); Metrosideros buxifolia Dum.Cours. (1811); Stenospermum ciliatum (J.R.Forst. & G.Forst.) Heynh. (1841); Fremya ciliata (J.R.Forst. & G.Forst.) Brongn. & Gris (1863); Nania ciliata (J.R.Forst. & G.Forst.) Kuntze (1891); Xanthostemon ciliatum (J.R.Forst. & G.Forst.) Nied. (1893).

 

→ Per apprezzare la biodiversità all’interno della famiglia delle MYRTACEAE cliccare qui.

 

Archivio fotografico di Giuseppe Mazza

/p-559-1_purpereostemon_ciliatus
Photomazza : 70.000 colour pictures of animals and plants