Sterculia monosperma

Famiglia : Malvaceae

Testo © Pietro Puccio

JPEG - 127 Kb
La Sterculia monosperma è un albero tropicale di 10-20 m con infiorescenze lasse di 30 cm © Giuseppe Mazza

La specie è originaria della Cina (Fujian, Guangdong, Guangxi e Yunnan) e Taiwan, dove vive nelle foreste dense umide a bassa e media altitudine.

Il nome generico deriva dal latino “stercus” = sterco, letame, con riferimento all’odore sgradevole dei fiori e delle foglie di alcune specie; il nome specifico è la combinazione dell’aggettivo greco “μόνος” (monos) = solo, unico e del sostantivo “σπέρμα” (sperma) = seme, con ovvio riferimento.

Nomi comuni: China chestnut, noble bottle tre nut, phoenix eyes, seven sister’s fruit (inglese); fei zhu guo, feng yan guo, ji shu guan, jiu ceng pi, ping po, qi jie guo (cinese); pheng phok (thailandese).

La Sterculia monosperma Vent. (1805) è un albero con tronco eretto, cilindrico, alto 10-20 m, dalla corteccia liscia o leggermente solcata longitudinalmente di colore bruno-grigiastro. Le foglie, spesso raggruppate all’estremità dei rami su un picciolo lungo 2-8 cm, sono semplici, alterne, da ellittiche a oblunghe con apice appuntito e margine intero, di 8-25 cm di lunghezza e 4-15 cm di larghezza, coriacee, di colore verde intenso. Infiorescenze terminali o ascellari a pannocchia lasse, lunghe fino a circa 30 cm, portanti numerosi fiori unisessuali sulla stessa pianta, privi di corolla, con rachide e pedicelli pubescenti di colore rosso, calice campanulato, inizialmente di colore bianco crema poi giallo rossastro, pubescente, con lobi lineari-lanceolati con apice appuntito ricurvi verso l’interno, che emanano un leggero profumo di vaniglia; i fiori maschili, con colonna staminale ricurva e antere gialle, sono più numerosi e leggermente più piccoli di quelli femminili che presentano un ovario globoso a cinque logge. Il frutto è composto da 1-5 follicoli ovato-oblunghi con apice appuntito, inizialmente di colore verde, poi rosso a maturità, coriacei, vellutati, di 3-8 cm di lunghezza e 2-3 cm di diametro, contenenti solitamente un seme ellissoide, meno frequentemente 2-4, di circa 1,5-2,5 cm di lunghezza, di colore bruno-nerastro lucido.

JPEG - 127.9 Kb
I fiori, unisessuali, sono privi di corolla con un leggero profumo di vaniglia. Il frutto è composto da 1-5 follicoli ovato-oblunghi con apice appuntito, inizialmente verdi e poi rossi a maturità, coriacei, vellutati, lunghi 3-8 cm con un diametro di 2-3 cm. Contengono in genere un solo seme ellissoide commestibile di 1,5-2,5 cm © Giuseppe Mazza

Si riproduce generalmente per seme, preventivamente scarificato e immerso in acqua per 24 ore, in terriccio organico con aggiunta di sabbia grossolana o perlite, mantenuto umido alla temperatura di 22-24 °C, con tempi di germinazione a partire da 2 settimane.

Originario della Cina è ora ampiamente diffuso nel sud-est asiatico sia come albero ornamentale e da ombra, per il fitto fogliame lussureggiante, che per i suoi frutti, ricchi principalmente di carboidrati, oltre che di grassi, proteine e minerali, che vengono consumati pelati, crudi, tostati o bolliti o utilizzati per preparare pietanze tradizionali.

Coltivabile nelle regioni a clima tropicale, subtropicale e marginalmente temperato caldo, dove temperature appena inferiori a 0 °C sono eventi eccezionali e di breve durata. Richiede una esposizione in pieno sole e non è particolarmente esigente riguardo al suolo, purché ben drenato, mantenuto pressoché costantemente umido, ma senza ristagni, anche se esemplari ben radicati possono sopportare periodi di secco.

 

→ Per apprezzare la biodiversità all’interno della famiglia delle MALVACEAE cliccare qui.

 

Archivio fotografico di Giuseppe Mazza

/s-291-2_sterculia_monosperma
Photomazza : 70.000 colour pictures of animals and plants