Swietenia mahagoni

Famiglia : Meliaceae

Testo © Pietro Puccio

JPEG - 271.3 Kb
La Swietenia mahagoni è una specie a rischio d’estinzione © Giuseppe Mazza

La specie è originaria degli U.S.A. (Florida) e Caraibi (Bahamas, Cuba, Giamaica, Haiti, e Repubblica Dominicana), dove cresce sia nelle foreste secche che umide fino a circa 800 m di altitudine su suoli prevalentemente calcarei.

Il genere è dedicato al medico olandese Gerard van Swieten (1700 - 1772), che fu tra i fondatori dell’Orto Botanico di Vienna; il nome specifico deriverebbe dal nome “m’oganwo” dato in Giamaica dagli schiavi africani a quest’albero dalle caratteristiche simili ad un albero africano ( Khaya ivorensis ) chiamato “oganwo” = re del legno.

Nomi comuni: cuban mahogany, narrow-leaved mahogany, small-leaved mahogany, spanish mahogany, west indian mahogany (inglese); acajou d’Amérique, acajou de Cuba, acajou Saint-Domingue, mahogany d’Amérique, mahogany petites feuilles (francese); mogno, mogno-de-folhas-pequenas, mogno-do-Caribe, mogno-verdadeiro (portoghese); aguano, caoba de Cuba, caoba española, caobilla, chiculte, coabillo, cóbano, gateado, mogno, orura (spagnolo); amerikanisches mahagoni (tedesco).

La Swietenia mahagoni (L.) Jacq. (1760) è un albero sempreverde o semisempreverde alto fino a circa 30 m, molto ramificato con un tronco che può superare 1 m di diametro, dalla corteccia, nei vecchi esemplari, fessurata e bruno rossiccia.

Le foglie sono alterne, paripennate, lunghe 10-18 cm, con 2-4 coppie di foglioline ovato lanceolate o ovato ellittiche lunghe 2-8 cm e larghe 2-3 cm, dal margine intero. Infiorescenze ascellari a pannocchia lunghe 5-16 cm portanti, nella stessa infiorescenza, fiori unisessuali di entrambi i sessi con petali ovati lunghi circa 3 mm di colore giallo verdastro. Il frutto, su un lungo e robusto peduncolo, è una capsula legnosa eretta, ovoide, lunga 5-12 cm, di colore bruno scuro, che si apre alla base in 5 valve, contenente qualche centinaio di semi piatti, alati, lunghi 4-5 cm, di colore bruno scuro.

Si riproduce per seme che se fresco germina in 2-3 settimane alla temperatura di 22-24 °C; inizia a fiorire e fruttificare tra il decimo e quindicesimo anno di età.

Il legno delle specie di Swietenia (mogano) è considerato il miglior legno per mobili, infissi, imbarcazioni e finiture di prestigio per il suo aspetto, stabilità nel tempo e resistenza all’incurvatura ed è inoltre di facile lavorabilità; è utilizzato anche per strumenti musicali ai quali conferisce un particolare timbro.

Il legno della Swietenia mahagoni è di colore rosso scuro con venature dritte e fu inizialmente utilizzato nelle costruzioni navali, solo a partire dal 1700 se ne iniziò l’impiego per realizzare mobili di pregio. A causa dell’abbattimento indiscriminato del passato il mogano di questa specie da tempo non è più commercializzato, solo raramente è disponibile, ed in limitate quantità, per lo più proveniente da piccole piantagioni africane, attualmente il mogano utilizzato deriva quasi esclusivamente dalla Swietenia macrophylla, originaria dell’America continentale, dal Messico alla Bolivia e Brasile.

La specie ha anche un limitato uso ornamentale, sia come esemplare isolato in parchi e grandi giardini, che come alberatura stradale, nelle zone a clima tropicale e subtropicale, dove temperature intorno a 0 °C sono una eccezione di breve durata.

Cresce in pieno sole o leggera ombreggiatura e non è particolarmente esigente riguardo al suolo, sia acido che alcalino, anche se cresce al meglio in suoli molto drenanti e in climi con elevata piovosità regolarmente distribuita, può però resistere a periodi di siccità, quali quelli che si hanno in climi stagionali, in tal caso può perdere le foglie per qualche settimana alla fine del periodo secco; ha anche una discreta resistenza alla salsedine.

E’ soggetto a diverse malattie fungine e all’attacco di insetti, in particolare del genere Hypsipyla, che possono provocare gravi danni. Infine varie parti della pianta sono utilizzate nella medicina tradizionale.

L’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN) ha inserito la specie nella lista rossa delle specie minacciate d’estinzione come “endangered”; è inoltre iscritta nell’appendice II della CITES (specie per la quale il commercio è regolamentato a livello internazionale).

Sinonimi: Cedrela mahagoni L. (1759); Swietenia mahogoni Lam. (1792); Swietenia fabrilis Salisb. (1796); Swietenia acutifolia Stokes (1812); Swietenia mahogani C. DC. (1878).

 

→ Per apprezzare la biodiversità all’interno della famiglia delle MELIACEAE cliccare qui.

 

Archivio fotografico di Giuseppe Mazza

_S-273-1_Swietenia_mahagoni
_S-273-2_Swietenia_mahagoni
Photomazza : 70.000 colour pictures of animals and plants