Trachelospermum jasminoides

Famiglia : Apocynaceae

Testo © Pietro Puccio

JPEG - 113.5 Kb
Rampicante sempreverde con fiori profumatissimi che ricordano il gelsomino. Anche medicinale © Mazza

Il Trachelospermum jasminoides (Lindl.) Lem. (1851) è originario del Giappone, Corea, Cina, Laos, Thailandia e Vietnam

Il nome generico è la combinazione dei termini greci “tràchelos” = collo e “sperma” = seme, con riferimento all’allungamento presentato dai semi di alcune specie appartenenti al genere; il nome specifico è la combinazione del nome Jasminum col suffisso "-oeides" dal greco "êidos" = idea, forma, quindi simile al gelsomino, con riferimento alla forma ed all’intenso profumo dei fiori.

Nomi comuni: “falso gelsomino”, ”rincosper- mo” (italiano); “luo shi“ (cinese); “confederate jasmine”, “star jasmine” (inglese); “trachelo- sperme”, “jasmin des indes”, “jasmin étoilé”, “faux jasmin”, “confederate jasmine” (francese); “sternjasmin” (tedesco); “trachelospermo”, “traquelospermo”, “jazmin de leche”, “jazmin de estrella”, “falso jazmin”, “jazmin chino”, “jazmin estrellado” (spagnolo); “jasmim estrelado”, “falso jasmim”, “jasmim-estrela” (portoghese).

Rampicante legnoso sempreverde dalla crescita vigorosa presenta fusti e piccioli pubescenti, le foglie sono oblunghe o ellittiche, lunghe fino ad 8 cm circa e larghe fino a 3 cm, di colore verde scuro lucido. Le infiorescenze, che compaiono in primavera-inizio estate, sono ascellari, su un lungo peduncolo e portano fiori stellati bianchi di circa 2,5 cm di diametro, intensamente profumati. I frutti sono follicoli lunghi fino a 36 cm circa, con un diametro di 0,5 cm contenenti numerosi semi dotati di un ciuffo di peli atti a favorirne la dispersione. Si riproduce solitamente per talea semilegnosa in estate, margotta e propaggine.

Rampicante diffusissimo, specie nelle zone a clima temperato e temperato-freddo, per la sua resistenza alle basse temperature, fino a -12°C, il fogliame lussureggiante e la fioritura dall’intenso profumo. Va coltivato preferibilmente in pieno sole per una copiosa fioritura e non è particolarmente esigente in fatto di suolo, anche se preferisce suoli ricchi, sabbiosi e ben drenati mantenuti piuttosto umidi; le piante adulte possono sopportare lunghi periodi di siccità. Tutte le parti della pianta, che ha avuto un certo ruolo nella medicina tradizionale cinese, contengono sostanze potenzialmente tossiche.

Sinonimi: Rhynchospermum jasminoides Lindl. (1846); Nerium divaricatum Thunb. (1784); Parechites thunbergii A.Gray (1859); Parechites adnascens Hance (1868); Parechites bowringii Hance (1868); Trachelospermum divaricatum Kanitz (1878); Trachelospermum bowringii (Hance) Hemsl. (1889); Trachelospermum jasminoides var. pubescens Makino (1912).

 

→ Per apprezzare la biodiversità all’interno della famiglia delle APOCYNACEAE cliccare qui.

 

Archivio fotografico di Giuseppe Mazza

_T-54-6_Trachelospermum_jasminoides
_T-54-7_Trachelospermum_jasminoides
_T-54-8_Trachelospermum_jasminoides
Photomazza : 70.000 colour pictures of animals and plants